A- A+
Economia

 

Intesa

Valzer di poltrone, ma mancanza di coesione. Si riacuisce la divisione all'interno di Banca Intesa fra l'anima torinese e quella milanese con il risultato di una grossa incomunicabilità fra le divisioni bancarie nell'operatività dell'istituto.

La mediazione all'interno della composizione del consiglio di gestione fra i soci forti dell'istituto e alcune prerogative avanzate dal consigliere delegato Enrico Cucchiani ha avuto per il momento, spiegano alcune fonti interne al gruppo, solamente il risultato di produrre un po' di confusione visto che a capo della Banca dei Territori è andato un manager, Carlo Messina, chief financial officer, uomo più di numeri che di macchina bancaria. Scelta di compromesso che ha creato qualche perplessità nelle seconde linee manageriali.

L'assegnazione della responsabilità del retail a Messina al posto di Giuseppe Castagna, risanatore del Banco Di Napoli, è stata la mossa che ha consentito a Cucchiani di conservare il controllo del core business di Intesa, assegnandone la responsabilità a un suo fedelissimo, ma ridimensionando il ruolo dell'ex numero uno Castagna, ora in uscita stando agli ultimi rumors. Un prezzo pagato alla componente torinese a cui, secondo gli accordi presi ai tempi della fusione fra Banca Intesa e il Sanpaolo-Imi di Torino, sarebbe dovuta andare (oltre la presidenza del consiglio di gestione ora a Gian Maria Gros Pietro) anche la direzione della Banca dei Territori.

Banca Intesa San Paolo

Nel consiglio di gestione ora in corso, chiamato a deliberare sulla nuova struttura di vertice e sui nuovi perimetri delle divisioni, Cucchiani starebbe cercando, secondo i rumors, di tirare fuori il coniglio dal cilindro per riuscire a tenere in azienda Castagna. Congelarlo.

Il Ceo vorrebbe riuscire infatti ad assegnargli un incarico di prestigio nel secondo round di riorganizzazioni che in futuro la banca dovrà mettere in cantiere, ma per bypassare la buriana deve trovargli ora una poltrona di adeguata riparazione. Per non far apparire troppo evidente il suo ridimensionamento all'interno della squadra dei manager del Ceo (Micciché, Messina, Picca e Castagna). Impresa ardua. E intanto la vecchia divisione Torino-Milano torna a fare da sfondo nella vita di tutti i giorni della banca.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
intesacastagnacuccchiani
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.