A- A+
Economia
"Meno coesione tra gli Stati": S&P toglie la tripla A all'Ue

S&P se ne frega dell'unione bancaria. Proprio nei giorni dell'approvazione del progetto spinto da Mario Draghi, l'agenzia ha tolto la tripla A al rating a lungo termine dell'Unione europea, declassandolo ad 'AA+'. Il motivo? "La coesione tra i membri dell'Ue è diminuita".

Gli analisti dell'agenzia sottolineano che "I negoziati sono diventati più controversi, segnalando quello che consideriamo un maggior rischio per il supporto dell'Unione europea da parte di alcuni stati membri. La nostra valutazione - scrive S&P - è che l'attendibilità complessiva di credito dei 28 paesi dell'Unione europea si è abbassata". Confermato invece il rating a breve e l'outlook resta stabile. Dal gennaio 2012 la tripla A dell'Ue era in outlook negativo. Nel frattempo l'agenzia ha abbassato i rating di Francia, Italia, Spagna, Malta, Olanda e Cipro.

Non certo una benedizione, quella di S&P. Nonostante le parole dei leader europei. Draghi ha parlato di "un passo importante verso il completamento dell'Unione bancaria". Per Enrico Letta, quello che è stato trovato "è un compromesso". L'Italia "avrebbe voluto fare qualche passo avanti in più. Ma qualcun altro avrebbe voluto fare dei passi in meno, quindi si e' trovato un punto di intesa che fa si' che il bicchiere sia mezzo pieno". In particolare, il "punto centrale" per Letta è "la mutualizzazione del fondo" di risoluzione, che sancisce "un principio piu' europeo di solidarietà".

La mutualizzazione, ha spiegato Letta, "vuol dire che non è una cosa che ogni paese si vede con i suoi fondi nazionali", un principio "che farà funzionare il meccanismo. Ovviamente - ha aggiunto - quello che non funziona è il periodo di 10 anni" transitorio, prima dell'entrata in vigore effettiva del fondo. Ma, secondo Letta, il compromesso prevede che ci sia " un periodo di 10 anni dentro il quale si trovera' l'accordo: io mi auguro che alla
fine non siano 10 ma molto meno".

Il "compromesso" riguarda il ruolo del "backstop", ovvero l'intervento degli Stati solo in via temporanea. Nel caso fossero necessari degli esborsi, "il settore bancario sarà responsabile del ripagamento attraverso prelievi ex post in tutti gli stati partecipanti".

Tags:
unione bancarias&pue

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.