A- A+
Economia
Varoufakis: "La Grecia pagherà la rata da 312 milioni all’Fmi"

La Grecia pagherà la rata da 312 milioni dovuta al Fmi il 5 giugno, perché per allora sarà raggiunto l’accordo con i creditori. Lo ha assicurato Yanis Varoufakis. Il ministro delle Finanze ha fatto anche sapere che verrà creata una tassa sulle transazioni bancarie e una sanatoria sui depositi occulti all’estero tassandoli al 15%.

La Grecia la prossima settimana rimborserà la rata "perché per il 5 giugno ci sarà un accordo", spiega. Atene deve restituire all’Fmi circa 1,6 miliardi di euro a giugno, in quattro rate: la prima, dovuta il 5 giugno, è per l'appunto di 312 milioni. Alcuni esponenti del governo di Atene avevano detto che la Grecia non sarà in grado di pagare se prima non avrà raggiunto un accordo con i creditori che sblocchi nuovi aiuti finanziari.

Le borse europee chiudono negative, per il timore di un default della Grecia. Pesa anche la paura per l'avanzata di Podemos in Spagna. Giu' in particolare Londra e Francoforte che scontano la chiusura di ieri, mentre gli altri listini, pur indeboliti dalla crisi greca, ammortizzano meglio le perdite avendo gia' abbondantemente dato nella giornata precedente. Anche Wall Street riapre oggi dopo la chiusura di ieri e cala per il forte rialzo del biglietto verde. Londra perde l'1,18% a 6.948,99 punti, Parigi segna un +0,66% a 5.083,54 punti e Milano, in controtendenza, guadagna lo 0,18% a 23.326,95 punti (sostenuta dall'avanzata del 3,6% di Fca). Francoforte arretra dell'1,61% a 11.625,13 punti e Madrid dell'1,05%. Atene guadagna l'1,05%.
 

Tags:
varoufakisgreciafmi
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.