A- A+
Economia

Il governo intende procedere per varare entro il consiglio europeo del 27-28 giugno un pacchetto di provvedimenti in materia economica. Lo ha riferito il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini, al termine del vertice di maggioranza a palazzo Chigi.

All'incontro hanno partecipato i capigruppo di maggioranza di Camera e Senato, il premier Enrico Letta, il vicepremier Angelino Alfano, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Filippo Patroni Griffi oltre allo stesso Franceschini.

Franceschini ha spiegato che si trattera' di alcuni disegni di legge e un decreto, definito 'dl fare', in materia di semplificazioni, lavoro, Pmi, "per liberare energie e risorse". "I gruppi parlamentari nelle prossime ore ci presenteranno alcune loro proposte". "Tutti gli impegni assunti saranno mantenuti", garantisce alla fine del vertice a palazzo Chigi il capogruppo Pino Pisicchio che giudica "molto importante" la riunione di oggi, incentrata soprattutto sulle misure che il governo intende varare "prima del vertice europeo del 27 e 28 giugno" e che saranno illustrati alle Camere dal premier Letta il 25 giugno.

Durante il vertice, aggiunge Pisicchio, "c'e' stata una sottolineatura sul raggiungimento dell'unione bancaria europea".

Quanto al decreto 'fare', "sara' un provvedimento sull'economia, occupazione, fisco e sburocratizzazione, dando cosi' esito positivo agli impegni". Il capogruppo di Scelta Civica, Lorenzo Dellai, sottolinea che "il governo ha preso l'impegno a portare in Parlamento un pacchetto complessivo per il lavoro e la crescita e dentro affrontera' le compatibilita' per affrontare i nodi Iva e Imu, perche' non si levi con una mano cio' che si da' con l'altra".

Nel decreto "Fare" non ci dovrebbe, invece, essere posto per un rinvio dell'aumento Iva che scatterà il prossimo 1 luglio: "E' presto per dare risposte, servono risorse" ha detto Franceschini spiegando che ci sono "due scadenze già fissate. Una è decisa dal Parlamento e prevede che entro il 31 agosto si riformi l'Imu, l'altra decisa da prima è l'aumento dell'Iva". Non è dello stessa parere il capogruppo del Pdl alla Camera, Renato Brunetta secondo cui "l'orientamento della maggioranza è di bloccare l'aumento dell'Iva. Serve un segnale forte, per questo riteniamo che il rinvio dell'aumento dell'Iva è inutile, perché provocherebbe un aumento dei risparmi dei cittadini" che quindi non spenderebbero.

Governo  e maggioranza hanno, inoltre, deciso di accelerare l'iter che da l'avvio alle riforme costituzionali. L'obiettivo è, infatti, di arrivare al via libera in prima lettura in entrambi i rami del Parlamento del ddl costituzionale entro luglio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vertice maggioranzadecreto fareivaimu
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.