A- A+
Spettacoli
Carabinieri, "Matteo Salvini teppista violento". Choc nel serial Mediaset

Matteo Salvini apostrofato con i termini "teppista", "violento", "pericoloso", e tutto avviene in una caserma dei Carabinieri.

Una caserma dei Carabinieri fittizia, però, quella del serial omonimo andato in onda su Canale 5 dal 2002 al 2008 per ben sette stagioni. In un episodio, il cui video gira all'impazzata sui social in questi giorni, due genitori si recano al comando per denunciare la scomparsa della figlia e accusano il fidanzatino della ragazza, che guarda caso si chiama Matteo Salvini.

Semplice coincidenza? Caso fortuito? Piuttosto stranuccio che quel nome sia stato usato in maniera inconsapevole visto che, all'epoca, il vicepremier e ministro dell'Interno, era comunque un eurodeputato nonché segretario milanese della Lega.

Lo scherzo di uno sceneggiatore "buontempone" o di un autore avverso all'ora leader leghista? Il mistero si infittisce. 

Tags:
carabinierimatteo salvinifiction mediasetteppista violento
Loading...
in evidenza
Covid vissuto con ironia

Guarda la gallery

Covid vissuto con ironia

i più visti
in vetrina
Meteo, quando fresco e temporali? Al Nord presto, ma al Centro-Sud...

Meteo, quando fresco e temporali? Al Nord presto, ma al Centro-Sud...


casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.