A- A+
Spettacoli
Festival di Sanremo, lettera aperta di Selvaggia Lucarelli a Virginia Raffaele

Il Festival di Sanremo 2019 vede nella veste di conduttrice accanto a Claudio Baglioni e Claudio Bisio un personaggio che, nel 2016, spopolò sul palco dell'Ariston nei panni di imitatrice (indimenticabili la sua "sbrindellata" Donatella Versace e la sua Carla Fracci "pop") tanto da essere definita la "vincitrice" di quell'edizione. 

Stiamo parlando di Virginia Raffaele, che invece quest'anno ha smesso il ruolo a lei più consono e che l'ha resa celebre per assumere quello di presentatrice  tutti gli effetti. Una scelta, tuttavia, che ha fatto storcere il naso a molti e che ha spinto Selvaggia Lucarelli a scrivere su facebook al riguardo.

"Virginia Raffaele è una ragazza talentuosa sul palco e adorabile fuori dal palco" esordisce Selvaggia. "Se fossi la sua migliore amica e manager e fidanzato e madre, le direi questo: Virginia, di conduttrici brave, fighe, bravine, discrete, che se la cavano ce ne sono a manciate. Di donne belle che fanno ridere che sanno mettere e togliere maschere e diventare qualcun altro e far ridere e deformare e esasperare personaggi ci sei tu. C’era la Guzzanti ma è appannata, c’era la Cortellesi ma a un certo punto ha scelto la strada più noiosa".

"Tu hai un talento unico. Senza doppioni" prosegue la giudice di Ballando con le Stelle. "Non ti sentire stretta in quel talento, perché in quel vestito lì stai comoda solo tu [...] il tuo punto di forza non sta nell’istituzionale, sta nella rottura. Perché tu non sei il bel vestito, la scaletta, i buonasera, le gag da musical. Tu sei i nostri, i loro difetti. Sei quello che ci rende ridicoli. Nudi. Scemi. E la tua bellezza non è il tuo valore. È il tuo valore aggiunto. Non ci puntare. Non dobbiamo dire “che figa la Raffaele”. Dobbiamo dire “è anche figa la Raffaele”".

In chiusura di post (dal quale, malgrado la "reprimenda", traspare tutta la sua ammirazione per Virginia), Selvaggia dà un ultimo consiglio: "Se in futuro avrai dei dubbi su cosa sia giusto per te, pensa questo: non accettare mai un ruolo in cui sei tu quella che deve annunciare la pubblicità. Detto questo, ti si vuole bene lo stesso".

Di solito piuttosto irriverente e inesorabile, la Lucarelli abbandona il suo penchant per la battuta salace e, andando controcorrente alla tendenza secondo la quale si vogliono le donne rivali e nemiche tra loro, indirizza alla conduttrice di Sanremo 2019 un encomiabile incoraggiamento, che è utile monito ma anche un attestato di stima incondizionata. Mentre siamo tutti in attesa, come lo è Selvaggia, di tornare a ridere a crepapelle per le imitazioni uniche e, si perdoni il gioco di parole, "inimitabili" della bravissima Virginia. 

Commenti
    Tags:
    festival di sanremo 2019sanremo 201969 sanremoselvaggia lucarellivirginia raffaele
    Loading...
    in evidenza
    Locatelli show: Italia agli ottavi Rimpianto Milan e assalto Juve

    Euro2020, Svizzera travolta

    Locatelli show: Italia agli ottavi
    Rimpianto Milan e assalto Juve

    i più visti
    in vetrina
    Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...

    Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...


    casa, immobiliare
    motori
    Gladiator: design autenticamente Jeep

    Gladiator: design autenticamente Jeep


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.