A- A+
Esteri

Quattro poliziotti sono rimasti uccisi in un attentato suicida compiuto nella capitale della Cecenia, Grozny. A renderlo noto è stato il governo russo. Altre 4 persone sono rimaste ferite nell'esplosione, ha reso noto il ministero dell'Interno di Mosca. L'attacco è stato compiuto davanti ad un centro dove stava per tenersi un concerto. La polizia, ha reso noto la stessa fonte, stava dando la caccia a un sospetto quando è avvenuta l'eplosione. L'attacco giunge nella festa del 'Giorno della Città', in cui Grozny stava celebrando anche il compleanno del suo leader pro Cremlino, Ramzan Kadyrov.

Secondo la versione fornita dalla polizia, gli agenti che gestivano i controlli ai metal detector davanti a una sala concerti hanno notato un uomo sospetto e, quando hanno provato a verificare la sua identità, l'uomo ha attivato gli esplosivi che indossava. Dopo due guerre che si sono combattute in Cecenia negli anni '90, la regione del Caucaso settentrionale è diventata più stabile sotto Kadyrov, ma è ancora attiva una insorgenza musulmana.

Tags:
ceceniakamikaze
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.