A- A+
Esteri
Elezioni UK 2019, Salvini: "Go Boris, Go". Conte: "Con Johnson sarà Brexit"

​"Go Boris Go! Sinistra sconfitta anche in Gran Bretagna!". Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta così gli exit poll sulle elezioni in Gran Bretagna dove i conservatori del premier Boris Johnson otterrebbero 368 seggi contro i 191 dei laburisti. SI tratta di una delle prime reazioni internazionali ai risultati del voto nel Regno Unito che danno una maggioranza schiacciante ai Tory e avvicinano la Brexit voluta da Johnson, mentre il partito Laburista sprofonda ai minimi dal 1935.

Usa, "la svolta più importante da guerra mondiale"

La “vittoria di Boris”, la “forte maggioranza di Johnson” e l’inizio del “cambiamento più importante dalla Seconda Guerra mondiale”. I risultati degli exit poll sulle elezioni in Gran Bretagna trovano ampio spazio sui media americani nei titoli più importanti: tutti concordano sulla vittoria schiacciante del premier conservatore amico di Donald Trump. Il “cambiamento più importante dalla Seconda Guerra mondiale”, scrive il New York Times che parla di “solida maggioranza” per i conservatori e di vittoria personale del primo ministro, Boris Johnson, avviato a portare la Gran Bretagna fuori dall’Europa, capace di “vincere la propria scommessa personale”. “Ma il successo di Johnson - scrive il quotidiano liberal newyorkese - non estinguerà il sogno di milioni di persone che ritengono ancora il referendum del 2016 una catastrofe e che, da un sondaggio, risultano in leggera maggioranza rispetto ai favorevoli all’uscita. Ma l’ipotesi di un secondo referendum è già tramontato in Parlamento”. Anche il Wall Street Journal, che mostra una grande foto di Johnson salutare, accompagnato dal suo cane, Dilyn, all’uscita del seggio elettorale, sottolinea l’aspetto straordinario del risultato: “Se i risultati confermeranno gli exit poll, i conservatori avranno conquistato un numero di seggi che non si registrava dai tempi di Margaret Thatcher, quando conquistò il terzo mandato nell’87”. 

Nel ricordare la quarta sconfitta consecutiva per i laburisti, il giornale finanziario prevede le dimissioni del suo leader, il settantenne Jeremy Corbyn. Il Washington Post, oltre a dedicare un servizio sul ruolo dei cani in queste elezioni, da quello del premier a Luna, il cane del sindaco di Londra, Sadiq Khan, finito su Twitter con il messaggio “Luna says #VoteLabour”, parla di “potente maggioranza” in parlamento per i conservatori. Come il Wall Street, si attende le dimissioni di Corbyn. Sul risultato non pone dubbi Usa Today, che ricorda come gli exit poll in Gran Bretagna si siano sempre rivelati esatti. Spazio anche nei titoli dei telegiornali: sulla Fox News il titolo è un entusiastico “Grande vittoria per Boris?”, mentre la Cnn riconosce a Johnson come l’”azzardo delle elezioni” lo abbia premiato, ma apre il tema del futuro della Scozia, che ha votato per restare in Europa. Il sito conservatore, Washington Examiner, dedica addirittura l’apertura alle elezioni britanniche, mettendo da parte il dibattito in corso alla commissione Giustizia della Camera sull’impeachment a Trump. Titolo: “Larga maggioranza per dare a Boris il mandato per uscire dall’Europa”.

Gb: Conte, con vittoria netta Johnson Brexit entro 31 gennaio

 
"La netta vittoria" di Boris Johnson alle elezioni britanniche "ci consente anche di prospettare un'uscita ordinata entro il 31 gennaio dell'anno prossimo cosi' come preventivato". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che si e' congratulato con il premier britannico per la sua vittoria elettorale., "Ci aspetta un negoziato fino al 31 dicembre dell'anno prossimo per il commercio. Sara' un negoziato difficile perche' i tempi sono stretti, ma confidiamo che gia' i lavori preparatori lo avvieranno a conclusione facilmente", ha aggiunto Conte. "Con Johnson abbiamo un ottimo rapporto personale, ci siano gia' sentiti e incontrati piu' volte, siamo rimasti che ci scambieremo presto le visite, lui verra' a Roma e io a Londra. Confido che potremo incrementare le relazioni economiche e i rapporti commerciali, culturali, tra i due paesi". 

Fonti Francia, ora Ue si aspetta Brexit 31 gennaio

lla luce degli exit poll delle elezioni britanniche "sembra esserci una maggioranza chiara al Parlamento britannico sull'uscita dall'Ue. Se Johnson succederà a sé stesso con questa maggioranza, possiamo supporre che metterà in opera un'uscita dall'Ue il 31 gennaio". Così fonti francesi commentano il successo - secondo gli exit poll - di Boris Johnson nelle elezioni nel Regno Unito.    Se il risultato sarà confermato, domani i capi di Stato e di governo discuteranno al Consiglio europeo come "preparare la seconda fase, con il negoziato sulla relazione futura tra Ue e Regno Unito", hanno spiegato le fonti.

Commenti
    Tags:
    elezioni ukelezioni inghilterraelezioni uk sondaggielezioni uk 12 dicembreelezioni regno unito sondaggielezioni gran bretagna sondaggiboris johnson no dealboris johnsonbrexit newsbrexit quandobrexit no dealbrexit johnsontorycorbyn sondaggicorbyn brexitcorbyn johnsonbrexit referendumscottish referendumreferendum scoziaelezioni uk 2019 risultatielezioni uk exit pollelezioni uk risultati definitivielezioni uk chi ha vintoelezioni uk chi vincematteo salvinifrancia
    in evidenza
    Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

    Paparazzati in un hotel di lusso

    Casaleggio-Sabatini, che coppia
    Mano nella mano in dolce attesa

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

    Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo


    casa, immobiliare
    motori
    Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

    Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.