A- A+
Esteri


"Avevo già scritto mesi fa che ormai non si riescono più a fare trattati commerciali generali perché le società si sono così frammentate che ci sono sempre dei veti sui singoli aspetti. Un anno fa ho scritto che ormai, fatalmente, si sta passando a trattati e rapporti paese per paese o poco più". Romano Prodi commenta con Affaritaliani.it il fallimento del Ttip, il Trattato transatlantico di libero scambio.

Per l'Europa e per l'Italia è una cattiva o una buona notizia? "E' mista", risponde l'ex presidente del Consiglio. "Perché c'erano degli aspetti indubbiamente positivi di aiuto alla crescita, ma c'erano anche settori in cui il riconoscimento della diversità italiana non era ancora chiarito. Quindi sarebbe stata una buona cosa se si fosse andati avanti chiarendo alcuni aspetti i quali sono stati poi tra quelli che hanno reso più difficile l'accordo stesso", afferma Prodi.

Fallimento in particolare del presidente Usa Barack Obama? "E' un fallimento anche nostro. E' un fallimento di tutti perché, indubbiamente, se si fosse trovata una mediazione utile a tutti poteva essere importante. Però Obama - sottolinea l'ex presidente della Commissione europa - ha portato avanti le trattative con una certa ingenuità o faciloneria, nel senso che non si rendeva conto della complessità della situazione europea. La ritengo una cosa fatale che rappresenta l'evoluzione della storia", conclude.

Tags:
ttip prodifallimento ttip prodi
in evidenza
Excel, scoppia la polemica social "E' più importante della storia"

Il dibattito sulla scuola

Excel, scoppia la polemica social
"E' più importante della storia"

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.