A- A+
Esteri
I librai storici di Parigi sfrattati per colpa delle Olimpiadi: "Resisteremo"

Parigi, il Comune valuta di spostare le bouquinistes per non oscurare la vista della cerimonia di apertura delle Olimpiadi 2024

Da centinaia di anni le Bouquinistes, ovvero le librerie dell'usato tra i simboli di Parigi, hano affollato le rive della Senna fino a diventare patrimonio dell'Unesco. Ma oggi sono diventate un problema, anche se solo temporaneo. I cassoni verdi metallici potrebbero oscurare la vista della cerimonia di apertura delle Olimpiadi 2024 che si terrà proprio sull'acqua. Per questo motivo il Comune sta pensando di limitarne l'orario di apertura o addirittura di trasferirle.

Parigi, le bouquinistes si ribellano: "Abbiamo superato guerre e rivoluzioni, resisteremo"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
franciaparigi





in evidenza
Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio

Ecco quanto vale l'immobile

Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio


in vetrina
Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio

Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio


motori
Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.