A- A+
Esteri
Iraq-Turchia, alta tensione. Baghdad ad Ankara: "Ritirate i soldati"

Il governo iracheno ha chiesto "il ritiro immediato" dei 150 soldati turchi entrati nel nord del Paese con una ventina di carri armati, ufficialmente per addestrare i miliziani peshmerga impegnati nella guerra all'Isis. "Abbiamo conferma", si legge in una nota dell'ufficio del premier, Haider al-Abadi, "che un reggimento meccanizzato con carri armati e artiglieria e' entrato in territorio iracheno, ufficialmente per addestrare gruppi iracheni, senza la richiesta o l'autorizzazione dalle autorita' federali irachene". "Questo schieramento", prosegue il comunicato, "e' considerato una grave violazione della sovranita' irachena". I peshmerga curdi sono una delle piu' efficaci forze armate dell'Iraq, ma spesso agiscono senza coordinamento con il governo federale di Baghdad.

Secondo quanto riferito dall'agenzia Anadolu, le forze turche sono entrate venerdi' nell'area di Bashika, a nord-est di Mosul, il capoluogo della provincia di Niniveh che e' la roccaforte dell'Isis in Iraq, da quando nell'estate 2014 i miliziani jihadisti hanno occupato ampie zone dell'ovest del Paese. In particolare si troverebbero nel campo di Al Zalkan della milizia irachena ribattezzata Moltitudine Nazionale, 25 chilometri a nord di Mosul, dove oltre 80.000 combattenti si preparano per l'offensiva sulla citta'. Il tema della presenza di truppe straniere e' molto spinoso per il governo di Baghdad che si regge su un delicato equilibrio tra la componente sciita e quelle sunnita e curda. Abadi aveva gia' criticato la notizia dell'invio di forze speciali Usa per la lotta al'Isis avvertendo che qualsiasi arrivo di truppe straniere sara' considerato alla stregua di "un'aggressione".

Tags:
iraq
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.