A- A+
Esteri
Macron, asse franco-tedesco con Merkel. Lo scenario dopo le elezioni politiche

L’asse Parigi - Berlino è una possibilità concreta dopo la vittoria di Macron. Tuttavia, affinché questo “governo ristretto” europeo si verifichi è necessario che contemporaneamente vi sia una affermazione forte alle prossime politiche francesi che vedranno il rinnovo del Parlamento. Infatti sarà proprio questo evento che ci dirà se Macron sarà un presidente dimezzato oppure no.

In effetti, “scampato” il pericolo della Le Pen parte dell’elettorato potrebbe rivotare per il Fronte Nazionale prendendo tempo e mettere alla prova la Le Pen all’opposizione per eventualmente premiarla in seguito.

Se questo avverrà avremo un Presidente debole che poco potrà nei confronti dello strapotere tedesco della Merkel.

Viceversa, se invece Macron sarà rafforzato dal voto politico parlamentare avremo un Presidente capace di dialogare da pari a pari (o quasi) con la controparte tedesca creando o ricreando quel direttorio o Europa “a due velocità” in cui l’Italia dovrebbe sforzarsi di inserirsi per contare qualcosa a livello internazionale.

Del resto, dopo l’uscita della Gran Bretagna la maggiore potenza militare europea è proprio la Francia mentre la Germania è la potenza economica e industriale dominante.

Inoltre la Francia ha maggior influenza internazionale rispetto alla Germania grazie alla regione francofona nord - africana ed alcuni possedimenti d’Oltremare; i tedeschi, come del resto gli italiani, non hanno mai avuto colonie rilevanti al contrario del Regno Unito e della stessa Francia.

Si ripropone quindi il tema del confronto tra due nazioni che hanno dato origine agli scorsi cento anni di conflitti in Europa con ultima alla Seconda guerra mondiale che fu il seguito e il completamento della prima a causa del fatto che la Germania non perse ma “pareggiò” proprio contro la Francia.

Hitler ebbe buon gioco a vendicare le ingiuste umiliazioni dovute ai patti di Versailles che stimolarono il nazionalismo e la voglia di rivalse tedesche soprattutto contro la Francia.

Dunque la questione franco - tedesca è fondamentale per le sorti dell’Europa soprattutto, ripeto, dopo l’uscita della Gran Bretagna.

 

 

 

Tags:
asse franco tedesco
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.