A- A+
Esteri
La Francia vuole una Guantanamo anti Isis

Mentre la Casa Bianca boccia l'apertura di una seconda Guantanamo, la Francia pensa di realizzarne una sul suo territorio. Il governo francese infatti,  ha chiesto al Consiglio di Stato se "la legge può autorizzare una privazione di libertà degli interessati a titolo preventivo e prevedere la loro detenzione in centri previsti a questo scopo". Tradotto: il primo ministro Manuel Valls sta vagliando l’ipotesi di costituire dei centri di internamento preventivo per islamisti, giudicati in grado di commettere un giorno attentati terroristici in Francia.

Intanto l'amministrazione Obama ha bocciato il piano del Pentagono per chiudere il campo di detenzione di Guantanamo, enclave americana a Cuba, come promesso il giorno del suo insediamento (20 gennaio 2009) dal presidente, per costruire un altro centro simile negli Usa. Sarebbe troppo costoso, riferisce il Wall Street Jorunal citando fonti vicine al presidente. Il Pentagono ha infatti stimato una spesa complessiva di 600 milioni di dollari, di cui 350 per costruire una seconda Guantanamo sul suo americano. Peraltro per un numero ormai estremamente limitato, un centinaio, di prigionieri.

Tags:
franciaguantanamoterrorismoisis
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.