A- A+
Esteri
Libia, il premier ribelle se ne va da Tripoli

Il premier del governo 'ribelle' di Tripoli Khalifa Ghwell nella notte avrebbe lasciato la città per rifugiarsi a Misurata. Lo sostiene Repubblica citando fonti libiche. Misurata è la città natale di Ghwell, in cui parte delle milizie e dei leader politici non sono ancora in sintonia con il nuovo governo sostenuto dall'Onu del premier Fajez Serraj.

Il governo di unita' nazionale libico e il Consiglio presidenziale designato dall'Onu si sono incontrati nella notte con i sindaci delle dieci principali municipalita' della citta' e con i responsabili delle installazioni petrolifere nella zona. Impegnato a stabilizzare il controllo di Tripoli, il premier Fayyaz al Serraj, ha anche discusso della situazione delle finanze del Paese con il responsabile della Banca Centrale. Al Serraj ha chiesto ai sindaci fedelta' e appoggio al governo e li ha invitati a mettere in moto da subito alcune misure urgenti per migliorare la sicurezza e la vita degli abitanti della capitale. Ali Hassi, portavoce della sicurezza delle installazioni petrolifere nella regione centrale, ha dato il benvenuto al governo di unita' nazionale e ha consegnato al presidente del Consiglio designato dall'Onu la sua disponibilita' ad aprire i porti e proseguire nella produzione. Sulla stessa linea, il portavoce ufficiale della Compagnia Nazionale del petrolio (Noc) di Tripoli, Mohammed al Harari, che ha espresso la sua fiducia nel fatto che la situazione serva a stabilizzare la produzione a 350mila barili al giorno e portarla a 600mila unita' giornaliere nei prossimi due mesi.

Tags:
libiatripoli
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.