A- A+
Esteri
Omicidio Kennedy, file segreti: online 2800 documenti, ma Trump ne blocca 200

Il presidente Donald Trump ha ordinato la pubblicazione di oltre 2800 di file segreti sull'omicidio di JFK. 

 

Come annunciato più volte dal presidente americano Donald Trump, sono stati desecretati, dopo oltre mezzo secolo, i file sull'assassinio dell'ex presidente Usa John Fitzgerald Kennedy, ucciso il 22 novembre 1963 a Dallas, in Texas. Ma su 3100 dossier, 

Trump ha deciso di renderne pubblici 2.891, rinviando di sei mesi la divulgazione dei rimanenti documenti sull’omicidio Kennedy per motivi di "sicurezza nazionale", in quanto ritenuti troppo "sensibili". 
Una decisione che rischia di alimentare ancora l'enorme numero di teorie complottiste, anche se gli esperti non si aspettano rivelazioni sconvolgenti

 

Delitto Kennedy, pubblicati 2891 documenti, ma altri file restano top secret. Le dichiarazioni di Trump

 

"Oggi non ho altra scelta se non accettare queste censure piuttosto che mettere in pericolo la nostra sicurezza nazionale". Così il presidente Donald Trump nel documento in cui ordina di tenere ancora segreti alcuni dei 3.000 file sull'assassinio di John F. Kennedy che solo ieri, via Twitter, aveva promesso di divulgare integralmente. E prosegue : "Per rispondere a queste preoccupazioni, ordino alle agenzie (di intelligence) di rivedere ogni singolo file censurato nei prossimi 180 giorni. Alla fine di questo periodo - promette Trump - ordinerò la pubblicazione di ogni informazione che le agenzie non potranno dimostrare soddisfino gli standard" previsti dalla legge perché' la loro divulgazione venga ulteriormente rinviata. 

"L'opinione pubblica americana si aspetta e merita che il suo governo - scrive Trump - fornisca quanto più accesso possibile ai documenti sull'assassinio di John F. Kennedy affinché' la gente possa essere pienamente informata su questo evento così importante".

 

Kennedy e Cuba: nei file sull’omicidio Kennedy desecretati  ci sono tentativi Cia di uccidere Castro 

 

In almeno uno dei documenti desecretati dagli Archivi Nazionali Usa sull'assassinio di John Kennedy, risalente al 1975 e denominato "sommario dei fatti", si parla di alcuni tentativi della Cia per uccidere il presidente cubano Fidel Castro. Il documento rientra nelle indagini sulla possibilità che dietro l'omicidio di Kennedy vi fosse Cuba, tra le teoria più accreditate tra i cospirazionisti. 

"La commissione ha determinato che agenti della Cia erano coinvolti in pianificazioni in questo Paese con determinati cittadini e altri per cercare di assassinare il premier Castro", si legge nel documento.
In altri file relativi alle attività anti-castriste degli Stati Uniti si considera la possibilità di contaminare i raccolti a Cuba con "agenti biologici" che apparirebbero come fenomeni naturali. Il piano viene definito "Operazione mangusta".

In un altro dossier, sempre nell'ambito dei piani per ribaltare il regime castrista, viene illustrata la proposta di lanciare volantini sull'isola con i nomi dei funzionari comunisti da uccidere con vicino l'ammontare, differente per ciascuno di questi, della ricompensa. 

Tags:
omicidio kennedyassassino kennedydelitto kennedyfile segreti kennedy
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.