A- A+
Esteri
A Riga va in scena lo scontro Russia-Ue


Ha avuto luogo a Riga il 21 e 22 maggio il summit del partenariato orientale EU: i leaders di diversi paesi europei hanno incontrato i capi di stato di sei stati ex sovietici (Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Moldavia e Ucraina) per definire le strategie di cooperazione con l'UE. Si tratta del primo incontro del gruppo dopo quello del novembre 2013, quando l'allora presidente ucraino Viktor Janukovyc rifiutò di firmare il trattato di adesione negoziato negli anni precedenti: fu quella miccia che diede l’avvio alle proteste dell'Euromaidan, terminate poi con la caduta del governo e lo scoppio del conflitto nell'Ucraina dell'est. E proprio l'Ucraina si trova oggi a rappresentare drammaticamente le tensioni tra UE e Russia per la ridefinizione dello spazio post-sovietico: come sottolineano infatti Aldo Ferrari, ISPI Senior Research Fellow, e Carolina De Stefano, Ph.D Candidate Università Sant'Anna, la Russia non ha mai smesso di ritenere i paesi post-sovietici (e tra questi anche l’Ucraina) un proprio ‘Estero vicino’, secondo la caratteristica espressione russa. Una percezione che si è scontrata con le politiche europee nell'area :dall’allargamento della Nato ai paesi baltici, passando per l'integrazione nell'UE di dieci paesi dell’Europa orientale, fino alla creazione nel 2008 del programma di Eastern Partnership.
 
Sulle tensioni tra Russia e Ue, l'ISPI ha pubblicato il Rapporto "Oltre la Crimea: Russia contro Europa?", curato da Aldo Ferrari. Il volume individua le origini della crisi tra Russia e Unione europea affrontando i temi centrali della odierna situazione russa, tanto nella sfera interna (politica, economia) quanto in quella esterna (la dimensione energetica, i rapporti con l’Europa, gli Stati Uniti, l’Asia Centrale e la Cina). Inoltre, nelle prossime settimane l'ISPI pubblicherà il rapporto "Beyond Ukraine: EU and Russia in search of a new relation" che raccoglie le opinioni di diversi esponenti europei, russi, americani e dell'Europa dell'Est su come avviare un processo di dialogo per superare l'empasse generatasi con la crisi ucraina.

http://www.ispionline.it/

Tags:
russialettonia
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.