A- A+
Esteri
Trump, i segreti in mano alla Russia. Video con prostitute in hotel a Mosca

"DOSSIER SEGRETO SU TRUMP IN MANO AI SERVIZI RUSSI"

Nuova rivelazione esplosiva sui cyber attacchi russi durante la campagna elettorale statunitense. Secondo la Cnn, gli stessi pirati informatici di Mosca che hanno violato i siti del partito democratico e della sua candidata alla Casa Bianca, Hillary Clinton, sostengono di aver rubato "informazioni personali e finanziarie compromettenti" sul presidente eletto Donald Trump. La rivendicazione, stando al network televisivo, e' contenuta in una sintesi di due pagine allegata al rapporto dei servizi segreti americani sulle interferenze russe, illustrato sia al presidente Barack Obama e sia al suo successore Trump. "Notizie false. Una totale caccia alle streghe" e' stata la reazione del presidente eletto via Twitter.

IL RAPPORTO DELL'FBI CONSEGNATO A TRUMP E OBAMA

All'indagine dell'intelligence avrebbe contribuito anche un ex agente britannico che gli 007 americani considerano affidabile. "L'Fbi sta indagando sulla credibilita' e l'accuratezza di queste rivendicazioni - spiega la Cnn - che sono basate in primo luogo su informazioni da parte di fonti russe ma non ha confermato molti dettagli essenziali del promemoria su Trump".

IL PRESIDENTE USA IN MANO AL CREMLINO?

Il direttore dell'intelligence nazionale James Clapper, il direttore dell'Fbi James Comey, il capo della Cia John Brennan e l'amministratore della Nsa (Agenzia per la sicurezza nazionale) avrebbero deciso di allegare il documento al rapporto classificato anche per mettere al corrente il presidente eletto sulle informazioni che circolano su di lui in seno ai servizi segreti, sempre stando alla Cnn. Dal rapporto emergerebbero anche contatti frequenti tra rappresentanti di Trump ed intermediari del governo di Mosca durante la campagna elettorale. Le rivendicazioni russe sono state considerate informazioni talmente sensibili da non poter essere incluse nel documento reso pubblico ma solo in quello illustrato, oltre che ad Obama e a Trump, a 8 leader del Congresso, la cosiddetta "gang degli otto".

IN MANO AI RUSSI UN VIDEO HOT CON TRUMP E PROSTITUTE A MOSCA

Il dossier contiene molte prove compromettenti su Donald Trump. Si parla anche di un filmato compromettente girato con delle prostitute in un albergo di Mosca nel 2013. Si tratta di documenti che non sono stati verificati e che forse non sarà possibile verificare. Nel caso delle presunte attività sessuali di Trump, secondo il report sarebbero avvenute in una stanza d’albergo di Mosca, con riferimenti a un suo desiderio esaudito di “dissacrare” un letto dove avevano dormito Barack e Michelle Obama, insieme a delle prostitute impegnate in una “pioggia dorata”, un gioco sessuale in cui una o più persone si urinano addosso. Sembra che le autorità russe abbiano prove utili a ricattare lo stesso Trump (si parla di “registrazioni”).

Tags:
trump russitrump russiatrump russi notizie scottanti
in evidenza
Jo Squillo in burqa per le donne La protesta scade nel ridicolo

GF VIP 2021

Jo Squillo in burqa per le donne
La protesta scade nel ridicolo

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.