A- A+
Esteri
Usa 2024: Trump ci crede, i repubblicani meno

Usa, Trump tiene in pugno i repubblicani. Procaccini: "Partner strategico per tutti i conservatori"

Si è appena chiuso il CPAC, l’attesissimo appuntamento annuale del partito dei conservatori americani. Si tratta di uno degli eventi più importanti dell’old party a stelle strisce, dal 1974, anno della sua fondazione. Quest’anno l’evento ha avuto come catalizzatore dell’interesse, l’ex presidente Donald Trump, ospite attesissimo che ha parlato l’ultimo giorno, confermando la sua candidatura per le prossime presidenziali. Malgrado le sue tante vicissitudini il suo discorso ha scatenato l’entusiasmo delle migliaia di persone accolte probabilmente solo per sentire lui.

Il suo discorso di oltre un’ora è stato inevitabilmente il clou della quattro giorni di Washington, a cui ha assistito una nutrita e folta rappresentanza del partito della premier Meloni, guidato dal fresco neo co-presidente del gruppo dei conservatori europei di cui Fdi fa parte, Nicola Procaccini. “I Repubblicani americani rimangono un partner strategico fondamentale per FdI e per i Conservatori europei. Ci sono valori che ci accomunano, come la difesa della famiglia dall'ideologia gender, la protezione dei confini dall'immigrazione irregolare, l'attenzione all'economia reale e a un fisco amico di cittadini e imprese", ha spiegato l’eurodeputato fedelissimo della Meloni a margine dell’evento a Washington.

Usa, Ron De Sanctis "convitato di pietra" tra i repubblicani guidati da Trump

Ma se Donald Trump era certamente forse l’ospite più atteso, si è molto discusso anche di quello che poteva essere considerato come una sorta di convitato di pietra, quel Ron De Sanctis, governatore della Florida, che sembra attualmente l’unico in grado di poter dare un briciolo di filo da torcere alla corsa di Trump verso la sfida per la presidenza USA. D’altra parte, lo stesso organizzatore  della kermesse che, ironia della sorte ha subito pochi giorni fa, l’onta di una denuncia di molestie sessuali da parte di un suo assistente trentenne (come già accaduto anche a Trunp ) Matt Schlapp, che è stato direttore degli affari politici nella Casa Bianca di George W. Bush, è un influente sostenitore dell'ex presidente. Sua moglie, Mercedes Schlapp, è stata direttrice delle comunicazioni di Trump tra il 2017 e il 2019. Ma la base del partito è inevitabilmente spaccata intorno alla figura considerata da molti ormai troppo ingombrante del ex tycoon.

Il risultato delle elezioni di midterm, con la sonora sconfitta per tutti i candidati del ex presidente americano, ha sancito nei fatti quello che ormai sembra palese da mesi: Trump sembra aver perso gran parte di quel suo tocco magico, che lo aveva portato clamorosamente alla Casa Bianca nel 2020. Ma lui è convinto che le difficoltà che la gestione della guerra in Ucraina stanno creando a Biden e all’Occidente, potrebbero essere il grimaldello, in grado di riportarlo agli onori della cronaca e condurlo alla Casa Bianca tra un anno. “Cacceremo Joe Biden dalla Casa Bianca, dobbiamo finire quello che abbiamo iniziato. Assisteremo a questa battaglia fino alla vittoria finale”, dice il tycoon che - in caso di rielezione - assicura: "Metterò fine al conflitto in Ucraina in un giorno, sono l'unico che può evitare la Terra Guerra Mondiale".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
americanode sanctispresidenterepubblicanitrump





in evidenza
Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo

L'annuncio a sorpresa

Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo


in vetrina
Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn

Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn


motori
La Lamborghini Countach LP 400 S di “The Cannonball Run” compie 45 anni

La Lamborghini Countach LP 400 S di “The Cannonball Run” compie 45 anni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.