A- A+
Esteri
Venezuela, in povertà il 94,5% dei venezuelani
Nicolás Maduro
Lapresse

Uno dei paesi più ricchi di petrolio al mondo sta morendo nella povertà proprio a causa della mancanza di benzina e della conseguente ridotta mobilità.

L’ultima indagine sulle condizioni di vita del paese sudamericano, presentata dall'Università cattolica Andrés Bello, dimostra come il drammatico peggioramento della povertà nello scorso anno sia stato strettamente legato alla mancanza di carburante e alla mobilità ridotta.

Nello studio si rileva che il paese, da tempo non più produttore di petrolio, ha una povertà del 94,5% e una povertà estrema del 76,6% .

In aggiunta le iniziative sbagliate del Governo sulla pandemia hanno aumentato la crisi.

I lockdown sono fatto rimanere gli studenti un anno e mezzo fuori dalle scuole e il mondo produttivo è stato praticamente paralizzato.

Uno dei dati più preoccupanti è la disoccupazione, che ha colpito 8,1 milioni di venezuelani. 7,6 milioni quelli che lavorano, e quasi la metà di questi vorrebbe lavorare di più.

Ma nel gruppo degli inattivi, che conta 3,6 milioni di persone, molti hanno persino smesso di cercare lavoro e tra questi ci sono anche tantissime donne con figli.

Solo un terzo dei venezuelani lavora.Tra il 2014 e il 2021, il trend occupazionale è calato di quasi 22 punti percentuali, con una perdita di 4,4 milioni di posti di lavoro.

70% dal pubblico, 30% dal privato. Nell'ultimo anno sono scomparsi 1,3 milioni di posti di lavoro.

Nel privato il 58% dei lavoratori è in condizioni di estrema povertà, nel pubblico il 75%.

Ma le retribuzioni sono davvero da “terzo mondo”. Un funzionario può guadagnare fino a 12 dollari al mese, un impiegato nel privato riceve 38 dollari al mese e un lavoratore autonomo 32 dollari.

In pratica l’analisi ha confermato che “La società venezuelana è più o meno uguale in povertà del 90%, ma anche l’ultimo 10% sta allargando il suo gap verso i più ricchi”.

Il vero problema del Venezuela, oltre a quello di essere guidato da un dittatore come Nicolas Maduro ,è rappresentato dalla paralisi della produzione e dal crollo del reddito nazionale passato da 90 miliardi di dollari nel 2012 a 5 miliardi nel 2020.

Il governo ha portato avanti una politica con trasferimenti diretti di denaro tramite obbligazioni in Bolivar.

Nel caso delle famiglie in condizioni di estrema povertà, il reddito arriva a 36 dollari al mese e i contributi pubblici superano i 50 dollari, quasi il 76% del loro reddito.

Tuttavia, questi stanziamenti devono essere aumentati di oltre 30 volte per sollevare queste famiglie dalla povertà estrema.

L'Encovi è diventato, negli ultimi sette anni, l'unico misuratore veritiero della profonda crisi del paese che oltretutto  è privo di dati ufficiali demografici e sociali.

Una stima indica che in cinque anni non siano nati almeno 340.000 bambini. L'impatto della migrazione, le potenziali madri che se ne sono andate e l'aumento della mortalità infantile a 25,7 ha modificato la fotografia della popolazione.

La crescita della popolazione negli ultimi cinque anni è stata negativa, con un paese più povero e più piccolo in termini demografici.

L'impatto della pandemia sull'istruzione è evidente soprattutto in quelli che non sono istruiti.

La formazione a distanza, quasi irrealizzabile, ha costretto le famiglie a prendere decisioni su chi resta nel sistema educativo e chi no, togliendo opportunità ai più piccoli, che sono stati lasciati a carico delle madri.

La chiusura delle scuole da più di un anno ha contribuito alla povertà e avrà conseguenze ancora da vedere. Il Venezuela è uno dei pochi Paesi che non ha riaperto le scuole nemmeno per un giorno da marzo 2020. giorno d’inizio della pandemia da Covid-19.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    venezuelamaduropovertàpetroliocovid-19
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.