A- A+
Food
Golosaria 2016: ecco i dieci motivi più uno per non mancare

Si è svolta negli spazi dell’UniCredit Tower Hall di Milano, la conferenza di presentazione dell’undicesima edizione di Golosaria, in programma al MiCo - Fieramilanocity dal 5 al 7 novembre prossimi, che raccoglie 300 fra i migliori produttori di cibo e di vino recensiti sul best seller ilGolosario.
Oltre agli ideatori della rassegna, Paolo Massobrio e Marco Gatti, all’incontro sono intervenuti anche Carla Mainoldi, responsabile Group Giving di UniCredit, l’assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia Gianni Fava, il cuoco Davide Oldani, il direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepo’ Pavese Emanuele Bottiroli e Daniele Becchi del Consorzio di Barbera d’Asti e Vini del Monferrato. 

Al termine della presentazione, un attestato è stato consegnato anche a due realtà rappresentative della qualità che andrà in scena a Golosaria: Sciatt à Porter di Milano e la Macelleria Turba di Rivolta d’Adda. 
 
“Quella di oggi - ha commentato Paolo Massobrio - è stata occasione per declinare quello che sarà uno dei temi centrali della prossima Golosaria, ovvero la qualità diffusa della cucina italiana, intesa nella differenziazione dei suoi innumerevoli territori.” 
 

A Golosaria debutteranno poi le Ciberie, nuovi formati di negozi che si occupano anche di somministrazione. 

E Golosaria si presenterà in una veste completamente rinnovata e ricca di spunti già a partire dal concept: quella del 2016 sarà infatti un’edizione-guida tutta da sfogliare, che avrà come tema chiave “Dal cibo, le civiltà”. 300 artigiani del gusto (Clicca qui per consultare l'elenco, aggiornato ad oggi, degli espositori) selezionati dal best seller IlGolosario saranno raccolti in isole merceologiche che permetteranno di approfondire il concetto di cibo come fattore di civiltà. Spazio quindi alla civiltà del latte e dei formaggi, della norcineria, della carne, della panificazione, ma anche del pesce, dei dolci e dei lievitati, delle paste e dei cereali, degli olii, del cioccolato, dell’acqua, dei distillati e delle birre artigianali. Oltre alla grande civiltà del vino, che vanterà la presenza di 100 cantine d’eccellenza (Clicca qui per consultare l'elenco delle cantine). Quindi la schiera delle Cucine di Strada, interpretate in maniera alternativa e suddivise in isole che offriranno un viaggio attraverso le espressioni più DAL CIBparticolari delle cucine regionali, dai mondeghili agli sciatt, in versione da passeggio. 

L’agorà di Golosaria ospiterà talk, incontri e premiazioni, dal raduno delle botteghe d’Italia con l’ omaggio a Giorgio Onesti “Da Bottega a Boutique del Gusto: andata e ritorno” all’attesa cerimonia di premiazione dei Ristoranti del GattiMassobrio, taccuino dei ristoranti d’Italia. Quindi il riconoscimento Top Hundred, ovvero la premiazione delle 100 migliori cantine d’Italia selezionate da Paolo Massobrio e Marco Gatti con l’incontro tra giovani emergenti e l’ascolto dei personaggi che hanno fatto la storia del vino.


Accanto ai forum di discussione, gli spazi del MiCo ospiteranno show cooking, lab e master con i protagonisti del grande mondo dell’enogastronomia: produttori, chef e scuole di cucina racconteranno con mano (e direttamente ai fornelli) la filiera dei prodotti e le nuove frontiere della cucina. Ma ci sarà anche la maestra di cucina Giovanna Ruo Berchera che con Paolo Massobrio firma i primi due libri della nuova collana enogastronomica “I Libri del Golosario” di Cairo Editore. 

 

Un unico grande spazio di eventi che, a rotazione no-stop, accenderà i riflettori su cuochi ed esperti che si confronteranno su prodotti e pietanze, oltre che sul loro servizio. Senza dimenticare i wine tasting aperti al pubblico, con le degustazioni di vini, con approfondimenti territoriali e le sessioni dedicate alle cantine del cuore, quei produttori che hanno fatto la storia dei Top Hundred. (Clicca qui per scoprire il programma dei wine tasting). Poi per gli appassionati e i neofiti torna la  Grill Academy e, nell'area Fumoir, le degustazioni con gli abbinamenti stimolanti e inusitati firmati dal Club Amici del Toscano.


Una grande occasione per toccare con mano l'eccellenza italiana legata ai territori che durante la rassegna, organizzata in collaborazione con Regione Lombardia Agricoltura, sarà tenuta a battesimo dai partner storici di Golosaria, che metteranno in vetrina la loro esperienza; a partire da UniCredit, che da tempo supporta i progetti che promuovono e valorizzano le eccellenze del territorio, passando per Lauretana, l'acqua ufficiale di Golosaria che quest'anno consoliderà il Premio alla Ristorazione Italiana selezionata dal GattiMassobrio. Quindi Petra, la linea di farina del Molino Quaglia, la tecnologia del Gruppo De’Longhi con i marchi De' Longhi, Kenwood e Braun, partner esclusivo degli show cooking e Grana Padano la più grande Dop d'Italia. Ma  oltre  30  partner costituiranno parte attiva durante la rassegna.
Un’edizione tutta in divenire, raccontata giorno dopo giorno sul sito www.golosaria.it, aggiornato in tempo reale con le novità, gli appuntamenti e le adesioni eccellenti della rassegna.

LE CIVILTA’ DEL CIBO A GOLOSARIA IN 10 SHOW COOKING ENTUSIASMANTI Mai  come  quest’anno Golosaria  si  presenterà  ai  visitatori  in  una  veste  rinnovata.  

Tema portante  dell’edizione,  ospitata dal  5  al  7  novembre  negli  spazi  del  MiCo  -  Milano Congressi (zona Amendola Fiera - MM Lilla fermata Portello), sarà“Dal Cibo, le Civiltà”, declinato in un ricchissimo programma di eventi che metteranno a nudo il saper fare tipico delle  tante  Civiltà  del  Cibo  -  appunto  -  che  con  i  loro  prodotti  hanno  reso  l’Italia  e  i  suoi Territori celebri in tutto il mondo.  Per questo, mentre nelle vie della rassegna si potranno incontrare la civiltà del latte e dei formaggi,  della  norcinera,  dell’acqua,  dei  cereali  e  dell’arte  di  conservare i  cibi, le  stesse categorie merceologiche saranno protagoniste anche sul palco degli Show Cooking, con gli  chef  della  tradizione  e  dell’innovazione  e  una  serie  di focus  sui  grandi  prodotti italiani. 

Si  inizierà sabato  5  novembre,  alle  ore  15.00  con La  civiltà  della  conserva e “Il  bello della  cucina  fredda”,  insieme  alla  maestra  di  cucina  e  autrice  del  libro “Avanzi  d'autore”Giovanna Ruo Berchera; a seguire, alle ore 16,15, “La civiltà della Conserva e il  quinto quarto”  saranno  messe  a  tema  nella  lezione  di  cucina  moderata  dal  giornalista Andrea Radic;  mentre  alle  17,30 La  civiltà  della  terra  celebrerà  i  legumi,  nell’anno  a  loro dedicato, con Giovanna Ruo Berchera, autrice anche del libro "Cucinare i sapori d'Italia”. 

Alle 19.00 riflettori puntati sulla Civiltà dell’Olio, che scenderà in campo con “La pasta, le donne  e  il  formaggio  abruzzese  unico  al  mondo”  insieme  allo  chef  Daniele  D’Alberto  del Br1  di  Montesilvano  Colle  di  Pescara  e  all’Associazione  Città  dell’Olio.  A  chiudere  la prima giornata sarà poi lo show cooking “La civiltà sapienziale: acqua ed erbe, i segreti del sorbetto”  realizzato  in  collaborazione  con Toccasana  Negro e  a  cura  della Gelateria Ciacco di Milano. Domenica 6 novembre primo appuntamento alle ore 11 con La Civiltà della Terra, che insieme alla cuoca itinerante Teresa Biotti celebrerà la frutta spiegando a mamme e papà  tutti  i  trucchi  per  convincere  i  più  piccoli  a  mangiarla  già  dal  mattino.  Olio  nuovamente protagonista alle 12,30 con “Trulli, amore e fantasia”, dove lo chef Saverio Verio Merafinadel Trulli Love di Milano proporrà la sua ricetta made in Puglia. 

Spazio quindi alla Civiltà del Benessere  (ore 14), che in collaborazione con Goji Italiano e con la partecipazione dello  chef Enzo  Cannatà  e  della  presentatrice Anna  Aloi  che  metterà  sul  piatto le  mille proprietà  del  Goji,  portatore  sano  di  felicità,  mentre  alle  15,30 La  Civiltà  del  Recuperoproporrà  insieme  alla  chef  di  Alice  TV Monica  Bianchessi  la  sua  interpretazione  di “Trippa  per  tutte  le  stagioni”.  Alle  17  ancora  spazio  al  benessere  con La  Civiltà  dell’Acqua, che in collaborazione con Lauretana declinerà tutte le forme della leggerezza. Ultimo  appuntamento, lunedì  7  novembre  (ore  14)  con La  Civiltà  dell’Olio  e  lo  chef Antonio Terzano dell’Osteria Dentro Le Mura di Termoli, che spiegherà l’utilizzo dell’olio “In brodo...di sogliola”. Ogni lezione di cucina, a ingresso libero, avrà durata di 45 minuti (30 posti a sedere). 

Tags:
golosariarassegna golosariaunicredtipaolo massobriomarco gatti
in evidenza
Camila Giorgi, look mozzafiato La tennista strega i suoi tifosi

Wanda, Raffaella Fico e... Foto Vip

Camila Giorgi, look mozzafiato
La tennista strega i suoi tifosi

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.