A- A+
Food
Inalca acquisisce Unipeg: nasce un polo strategico
Inalca acquisisce Unipeg: nasce un polo strategico

Nasce un polo strategico  per la valorizzazione della filiera italiana della carne bovina 
Castelvetro di Modena, 29 aprile 2016. Inalca S.p.a., società del  Gruppo Cremonini leader europeo nella produzione di carni bovine, partecipata dal Fondo Strategico Italiano, ha acquisito due distinti rami d’azienda comprensivi delle attività del gruppo Unipeg, il secondo operatore italiano nel settore.

L’acquisizione decorre dal 1° maggio 2016 e riguarda il ramo d’azienda di Unipeg Soc. Coop. Agr., con le due strutture  di Pegognaga (Mn) e Reggio Emilia (attività di macellazione, lavorazione e commercializzazione delle carni bovine e di prodotti a base di carne), e il ramo d’azienda di Assofood S.p.a., comprensivo di uno stabilimento a Castelnuovo Rangone (Mo), dove vengono preparati prodotti elaborati a base di carne.

L’operazione ha una valenza fortemete strategica sotto diversi aspetti:

- si pongono le basi per creare un nuovo polo agrozootecnico/industriale interamente italiano che andrà a valorizzare e rafforzare tutta la filiera bovina nazionale; 
- si consolideranno le attività industriali attraverso la razionalizzazione degli impianti produttivi e delle linee di prodotti; 
- si svilupperanno nuove ed importanti sinergie commerciale in Italia e all’estero su diversi canali di vendita di cui già Inalca dispone. 
Inalca, attraverso la la nuova acquisizione, raggiungerà un fatturato di circa 2 miliardi di Euro.  

Come spiega Luigi Cremonini, Presidente del Gruppo Cremonini “il disegno strategico è quello del consolidamento della leadership di mercato nel settore della lavorazione carni bovine in Italia per generare sinergie e vantaggi per tutti gli stakeholder attivi nella filiera bovina italiana, in grado di offrire prodotti eccellenti e sempre più competitivi. Gli allevatori soci di Unipeg costituiscono un patrimonio rilevante per la nostra zootecnia e permetteranno a Inalca di rafforzare le fonti di approvvigionamento di carne che sono e rimangono fortemente radicate sul territorio nazionale. Inoltre, grazie alla capillare presenza distributiva nazionale e internazionale di Inalca, sarà possibile valorizzare al meglio su tutti i mercati i prodotti ottenuti negli stabilimenti acquisiti”.  

L’enterprise value dell’operazione è di 86 milioni di Euro, comprensivo delle posizioni debitorie afferenti i rami aziendali trasferiti.

Unipeg, con oltre settanta anni di storia, è stata la prima azienda cooperativa nel settore delle carni bovine in Italia e  nel 2015 ha realizzato un fatturato di circa 410 milioni di Euro. Gli 850 soci di Unipeg hanno conferito nel 2015 circa 150.000 capi bovini e continueranno a fornire Inalca. Inoltre, Inalca e Unipeg già collaboravano con una jv 50%-50% nel settore delle pelli.

L’operazione è stata assistita dagli advisor finanziari Appeal Strategy&Finance e Studio Cerioli&Pellaccini, mentre per la parte legale gli advisor sono stati lo studio GSlex dell’Avv. Giuliano Sollima, e lo Studio del Prof. Avv. Ettore Rocchi. 

Inalca S.p.A. 
La società del Gruppo Cremonini leader europeo nella produzione di carni bovine, salumi e snack,  e  nella distribuzione di prodotti alimentari all’estero, è una delle poche aziende italiane a presidiare l’intera filiera produttiva. L’azienda, partecipata
dal Fondo Strategico Italiano e da altri fondi sovrani attraverso il veicolo IQ Made in Italy Investment Company, nel 2015 ha realizzato ricavi per 1,47 miliardi di Euro, di cui il 50% realizzato all’estero. Vanta una presenza internazionale con 11 impianti produttivi (di cui 6 in Italia, 2 in Russia, 2 in Angola, 1 in Algeria) e 21 piattaforme logistiche di distribuzione (6 in Russia, 4 in Angola, 3 in Algeria, 3 in Congo, 3 nella Repubblica Democratica del Congo, 1 in Mozambico, 1 in Costa d’Avorio). Inalca commercializza ogni anno oltre 500.000 ton di carne, produce 100.000 ton di  hamburger, 200 milioni di scatolette, con 7.200 referenze di prodotto (con i marchi Montana, Manzotin, Ibis e CorteBuona) e 4.150 collaboratori. 

Il Gruppo Cremonini 
Cremonini, con oltre 9.000 dipendenti, e un fatturato complessivo 2015 con 3,4 miliardi di Euro, di cui circa il 35% realizzato all'estero,
è uno dei più importanti gruppi alimentari privati in Europa ed opera in tre aree di business: produzione, distribuzione e ristorazione. Il Gruppo, fondato nel 1963 da Luigi Cremonini e basato a Castelvetro di Modena, è leader in Italia nella produzione di carni bovine e prodotti trasformati a base di carne (Inalca, Montana, Manzotin, Ibis) e nella commercializzazione e distribuzione al foodservice di prodotti alimentari (MARR). È leader in Italia nei buffet delle stazioni ferroviarie, vanta una presenza rilevante nei principali scali aeroportuali italiani e nella ristorazione autostradale ed è il principale operatore in Europa nella gestione delle attività di ristorazione a bordo treno (Chef Express). È infine presente nella ristorazione commerciale con i ristoranti a marchio Roadhouse. 

Tags:
inalca-unipeg-polo-strategico-carne
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi

i più visti
in vetrina
Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede

Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede


casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.