A- A+
Food
Mentre gli stranieri comprano vigneti, Veronesi investe in Enoteche

I grandi capitali sono sempre più attratti dal mondo del vino, capace, nei suoi territori top, di attrarre investimenti da ogni angolo del mondo, dagli Usa alla Russia passando per la Cina, anche per pochi ettari vitati. Gli imprenditori italiani, invece, hanno un approccio più razionale, preferiscono investire in Regioni emergenti, o su tutt’altro, come Sandro Veronesi, fondatore del Gruppo Calzedonia che, nel 2012, ha dato vita a “Signorvino" con l’idea di creare un marchio in grado di rappresentare una catena di negozi moderni specializzati nel vino italiano, ma anche un modo nuovo di vendere il vino in Italia e all’estero.


"Il primo flagship store nasce a Milano, in Piazza Duomo, su due livelli - spiega in una recente intervista a Winenews Michele Rimpici managing director di Signorvino  -avevamo unito alla vendita di vino anche la ristorazione, in maniera molto semplice, stile enoteca con cucina. Per un paio d’anni ci siamo limitati a studiare il format nella sua declinazione milanese, quindi, nel 2014, abbiamo cominciato lo sviluppo che, oggi, ci ha portato a quota 14 punti vendita, che diventeranno 15 a settembre, con l’apertura dello store di Bologna, in Piazza Maggiore. Stiamo cercando anche a Roma dove, prossimamente, speriamo di aprire. E poi dovremo pensare ad un’ulteriore sviluppo in Italia, magari con la formula del franchising (oggi i negozi fanno capo tutti direttamente al Gruppo Calzedonia), e all’estero, partendo dai Paesi logisticamente più vicini, come Austria, Germania, Svizzera, Belgio, Olanda, Inghilterra, comunque non per quest’anno”.
Un progetto che, pian piano, sta assumendo sempre più centralità nella galassia Calzedonia, visto che, “dopo aver chiuso il 2015 superando i 16 milioni di euro di fatturati, per il 2016 prevediamo di chiudere sopra i 25 milioni di euro, con 15 negozi, per un business diviso esattamente a metà tra vino (con il 30% dal vino da asporto ed il 20% dal vino al bicchiere) e ristorazione, sulla quale puntiamo con una proposta legata ai prodotti tipici ed alla stagionalità”.
L’obiettivo principale, però, è “la vendita diretta, con un assortimento di 1.500 etichette diverse, tutte italiane, che vendiamo ad una media di 18 euro a bottiglia, senza distinzione di prezzo tra asporto e consumo al tavolo. Sono 800 le referenze presenti in tutti i negozi - continua il managing director di “Signorvino” - cui vengono affiancate una selezione del territorio, le vendite flash dedicate alle piccole aziende e la selezione di vini pregiati, comprese verticali di grandi aziende, anche in questo caso legati al territorio”.
Originale, oltre alla proposte, “la figura del “wine specialist”, un sommelier formato da noi sullo stile di Calzedonia - conclude Rimpici - a cui vengono insegnati i principi di marketing da mettere in campo con la clientela”.

Tags:
veronesienotechevigna
in vetrina
Previsioni meteo, temporali al centrosud: nel weekend torna il bel tempo

Previsioni meteo, temporali al centrosud: nel weekend torna il bel tempo

i più visti
in evidenza
Messico 1970, la partita del secolo Quando l'Italia attaccò e vinse

Il rigoletto

Messico 1970, la partita del secolo
Quando l'Italia attaccò e vinse


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Cupra vira verso l’elettrico e lancia tre nuovi modelli ibridi

Cupra vira verso l’elettrico e lancia tre nuovi modelli ibridi


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.