A- A+
Green
Giornata mondiale degli oceani tra inquinamento, pesca intensiva, estinzioni

Oceani vuoti. Una massa di acqua senza pesci. Oggi, la campagna affissa alla metropolitana milanese, riempie gli occhi di sgomento e la mente di domande.

Pesca intensiva, plastiche, ma non solo, l’acquacoltura, ovvero l’allevamento di pesci per miliardi di persone, rischiano di ridurre popolose acque a una vasca da bagno.

L’allarme viene lanciato da Essere Animali nella Giornata Mondiale degli Oceani, 8 giugno, anniversario della Conferenza per l’Ambiente di Rio del 1992.

90% dei pesci predatori estinto

Il fim Lo Squalo rischia di diventare letteratura nostalgica? Secondo uno studio pubblicato da Nature (Rapid Worldwide Depletion of predatory fish communities), la pesca intensiva avrebbe causato l’estinzione del 90% dei pesci predatori.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giornata mondiale degli oceaniinquinamentopescapesci





in evidenza
Carico abbondante di neve in arrivo, altro che primavera

Inverno pieno

Carico abbondante di neve in arrivo, altro che primavera


in vetrina
Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


motori
FIAT rivoluziona la mobilità con la nuova gamma ispirata alla Panda

FIAT rivoluziona la mobilità con la nuova gamma ispirata alla Panda

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.