A- A+
Green
Letteratura green, Federico Butera vince il premio italiano per l’ambiente

"Certo, i segnali dei mutamenti climatici in corso si moltiplicano, dalle catastrofiche alluvioni in Germania agli incendi che colpiscono la California e la costa occidentale del Canada, alla siccità nell’Africa subsahariana. E dall’Antartide si è distaccato il più grande iceberg mai visto: venti volte la superficie dell’isola d’Elba. Ma, come dice il Manifesto di Assisi promosso dalla Fondazione Symbola e dal Sacro Convento, affrontare con coraggio la crisi climatica non è solo necessario ma rappresenta una straordinaria occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capace di futuro. Per questo serve il coinvolgimento di comunità, territori, persone. E la mobilitazione delle migliori energie sociali, economiche, tecnologiche, istituzionali. E serve tanta cultura. Il premio Demetra è parte di questa sfida", ha concluso Realacci

Alla base premio c’è il desiderio di sostenere e promuovere la letteratura ambientale, favorendone una maggiore diffusione nella piena convinzione che essa possa svolgere un ruolo centrale nella formazione di una maggiore coscienza ambientale nei cittadini. Per Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco, infatti, “il premio è nato con l’intento di valorizzare il lavoro di divulgazione ed approfondimento dei temi ambientali, sempre più attuali anche in ambito letterario, dando maggiore visibilità all’impatto dei nostri piccoli gesti quotidiani sull’ambiente come, per esempio, la raccolta differenziata e il riciclo di carta e cartone. Con questo spirito, oltre al Premio Demetra, abbiamo dato vita ad una biblioteca green per creare una sorta di antologia di tutte quelle opere che hanno al centro delle loro storie la sostenibilità e l’economia circolare: un vero e proprio movimento culturale e di idee a favore dell’ambiente e della collettività”.

Commenti
    Tags:
    letteratura green federico buferaletteratura green buferaletteratura ambiente bufera
    in evidenza
    Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

    Disastro Juventus

    Peggior partenza dal 1961-62
    Col Milan Allegri sbaglia i cambi

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.