A- A+
Lavoro
Formazione, sanzioni graduate sul numero di lavoratori
logo fondazione studi
 

Sanzioni graduali per l'azienda che non è in regola con la formazione di dipendenti e dirigenti sulla sicurezza e che omette la visita medica di idoneità alla mansione. Il decreto n.151/2015 sulle semplificazioni in materia di lavoro revisiona l'apparato sanzionatorio legato ad alcuni adempimenti obbligatori per il datore in materia di sicurezza, che finora ha creato alcune disuguaglianze nell’applicazione delle sanzioni.

Fino ad oggi, infatti, se veniva riscontrata una violazione, si poteva imporre al datore di lavoro la regolarizzazione della posizione attraverso una sanzione per ciascun lavoratore non formato oppure imporre una sanzione unitaria, a prescindere dal numero di lavoratori non formati, creando notevoli differenze di importo per estinguere il reato. Il decreto, quindi, semplifica la questione stabilendo che per un numero di lavoratori non formati pari o uguale a cinque, si applica la sanzione base che va da due a quattro mesi di arresto, o l’ammenda da 1.315,20 a  5.699,20 euro; se i lavoratori sono da sei a dieci l’arresto va da quattro a otto mesi e l’ammenda da 2.630,40 a 11.398,40 euro; da sei mesi a un anno di arresto e ammenda da 3.954,60 a 17.097,60 euro se la violazione è riferita a più di dieci lavoratori.

Se invece si omette la visita medica di idoneità alla mansione del lavoratore si applica un’ammenda da 2.192 a 4384 euro fino a cinque lavoratori, da 4.384. a 8.768 euro da sei a dieci lavoratori e da 6.570 euro per più di dieci lavoratori. Due, inoltre, le condizioni per regolarizzare: l'adempimento della prescrizione, che prevede il pagamento di un'ammenda pari ad un quarto di quella prevista dalla legge, e l'oblazione ovvero il pagamento di una somma pari alla metà del massimo, per quanto riguarda l’omessa formazione, e a un terzo del massimo in caso di violazione dell’obbligo di sottoporre il lavoratore a visita medica.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.