A- A+
Lavoro
Lavoro e maternità: donne ancora al bivio
logo fondazione studi
 

Donne costrette a scegliere tra il lavoro e la famiglia. Un bivio ancora esistente a causa di servizi che non sostengono adeguatamente la maternità e che rendono più faticoso conciliare la realizzazione professionale con quella personale. Così su 6 milioni di inattivi italiani tra i 25 e i 54 anni, il 73,8% sono donne e i due terzi di queste sono mamme (67,7%).

I calcoli giungono da un'indagine dell'Osservatorio nazionale di statistica del mercato del lavoro della Fondazione Studi che evidenzia come l’Italia sia il paese europeo con il tasso di occupazione femminile più basso: la quota di inattive sul totale della popolazione passa dal 28,7% delle donne che non hanno figli al 37,5% delle donne-mamme, con il Mezzogiorno che registra le differenze più alte. In queste regioni, infatti, la percentuale di mamme inattive sale al 56,7%.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia


casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.