A- A+
Lavoro
Voucher con le Onlus, quale limite vale?
logo fondazione studi
 

Per le Onlus, in materia di voucher (buoni lavoro), vale il limite economico di 7.000 euro. Questo si evince dall’esame del Jobs act, il decreto legislativo n. 81/2015, infatti, interviene anche per regolamentare il lavoro accessorio. All'art 48 comma 1 definisce lavoro accessorio affermando che per prestazioni di lavoro accessorio s’intendono attività lavorative che non danno luogo, con riferimento  alla totalità dei committenti, a compensi superiori a 7.000 euro nel corso di un anno civile, annualmente rivalutati sulla base della variazione dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati. Fermo restando il limite complessivo di 7.000 euro netti (9.333 euro lordi), nei confronti dei committenti imprenditori o professionisti, le attività lavorative possono essere svolte a favore di ciascun singolo committente per compensi non superiori a 2.000 euro netti, rivalutati annualmente (oggi 2.020 euro netti).

L'Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) è uno status fiscale introdotto dal Dl n.460/97 riguardante la disciplina tributaria degli enti non profit. Con l’acronimo ONLUS vengono, quindi, indicate tutte quelle organizzazioni alle quali è riconosciuto un trattamento fiscale uniforme collegato a determinati requisiti previsti nel decreto.

Requisito soggettivo è che possono diventare ONLUS le associazioni riconosciute e non riconosciute, i comitati, le fondazioni, le società cooperative, altri enti privati con o senza personalità giuridica. Sono in ogni caso considerate ONLUS le organizzazioni di volontariato iscritte nei registri regionali (Legge n.266/91), le organizzazioni non governative riconosciute idonee ai sensi della Legge n.49/87, le Cooperative sociali (Legge n.381/91). Mentre non possono mai assumere la qualifica di ONLUS gli enti pubblici (comprese le IPAB), le società commerciali, le fondazioni bancarie, i partiti politici, le organizzazioni sindacali, le associazioni dei datori di lavoro e le associazioni di categoria.

Il Dl n.460/97 prevede che le ONLUS abbiano come fini esclusivamente quelli di solidarietà sociale.

È imprenditore che esercita professionalmente un’attività economica finalizzata alla produzione e allo scambio di beni o servizi (art.2082).

Ne consegue, che dato che le ONLUS non perseguono attività di produzione di beni o scambi di servizi, il limite economico del lavoro accessorio è di 7.000,00 euro.

Si veda per completezza la circolare n. 16 del 17 luglio 2015 di Fondazione studi dei Consulenti del lavoro.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

Calcio e tv... bollente

Carolina Stramare va in gol
L'ex Miss Italia sfida Diletta

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.