A- A+
Libri & Editori
Dozzina Premio Strega: le interviste agli autori e alla Presidente
Premio Strega 2023: alcuni dei libri in gara

1)  La Sibilla. Vita di Joyce Lussu di Silvia Ballestra (Laterza)

Iniziamo proprio da una delle due biografie citate da Melania G. Mazzucco. Silvia Ballestra – autrice già nota per aver vinto svariati premi e pubblicato molti libri di vario genere, alcuni dei quali sono stati tradotti all’estero e trasformati in adattamenti televisivi – arriva allo Strega con uno stile pienamente maturo e una storia di notevole interesse. A renderla tale è in primo luogo la protagonista, Joyce Lussu, a cui la Ballestra aveva già dedicato in passato numerosi studi e un saggio; d’altra parte la storia, le figure femminili e i personaggi che hanno lasciato un segno nel nostro Paese sono sempre stati al centro dell’attenzione e dei lavori dell’autrice marchigiana.

Per chi non la conoscesse, Joyce Lussu – vissuta dal 1912 al 1988 – fu una straordinaria eroina del Novecento: scrittrice, traduttrice, intellettuale e poetessa, si impegnò sempre molto da un punto di vista politico e sociale, tanto da ricevere la Medaglia d’Argento al valor militare. Fu partigiana, capitano delle brigate Giustizia e Libertà, antifascista sempre in prima linea per garantire la libertà di espressione. Il ritratto che Silvia Ballestra ne traccia in questo libro di grande valore edito da Laterza è quello di una donna libera, forte, bella, intelligente, capace di coniugare per tutta la vita il pensiero con l’azione. Una figura che tutti noi dovremmo conoscere e a cui ispirarsi per molti aspetti.

Joyce Lussu
 

Dice l’autrice a proposito del suo La Sibilla. Vita di Joyce Lussu: “È importante ricordare oggi la vicenda di Joyce Lussu perché ci racconta un pezzo della storia di questo Paese (il ’900, secolo denso e complicato) da una prospettiva alternativa e propositiva. Joyce, oltre che una donna molto generosa e coraggiosa, è stata una mente lucida e aperta che ha saputo cogliere e indicare prima di altri molti temi di cui discutiamo oggi, come la pace, l’ecologia, i diritti delle donne, l’idea di un mondo più giusto per tutti, libero da sperequazioni e sopraffazione. La sua storia, la sua persona costituiscono un esempio anche politico di come si possa agire, di quello che si può fare persino nei momenti più terribili – come lo sono stati gli anni delle dittature nazi-fasciste – per opporsi alla violenza e all’ingiustizia, adoperandosi per convivere sulla base di principi civili”.

Per chi fosse interessato ad approfondirne la conoscenza, Silvia Ballestra dà qualche suggerimento: “Joyce ha scritto molto del futuro e delle cose importanti su cui è giusto riflettere, molti suoi libri sono in commercio o nelle biblioteche e chi vuole può trovare lì tanti spunti da analizzare. In particolare indicherei L’uomo che voleva nascere donna e Padre, padrone, padreterno. Parlano di pace e del ruolo delle donne nella storia, essendo quindi illuminanti sia sul passato che sul presente.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ada d'adamobompianicalandronecanobbiod'ariadozzina stregaeinaudielliotfeltrinelligriffila nave di teseolaterzalauranamarsiliomondadorineri pozzapetripostorinopremio letterariopremio strega 2023tarabbia





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Mercedes EQE SUV: innovazione e versatilità nel segmento elettrico

Mercedes EQE SUV: innovazione e versatilità nel segmento elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.