A- A+
Libri & Editori
Uno spot ci salverà, memoir di Giulio Malgara e Sergio Luciano

L’EPOCA D’ORO DELLA PUBBLICITÀ ITALIANA NELLA VOCE DEL SUO GRANDE PROTAGONISTA

 

LA TRAIETTORIA DI UNA VITA STRAORDINARIA CHE SI INTRECCIA CON LA STORIA D’ITALIA, GIULIO MALGARA RACCONTA FIN NEI DETTAGLI PIÙ SORPRENDENTI GLI INCONTRI CON RAUL GARDINI, SILVIO BERLUSCONI, GIANNI AGNELLI, OLTRE A PRESIDENTI DEL CONSIGLIO, GRANDI BANCHIERI, ATLETI, ATTORI, GIORNALISTI…

 

«Io concepivo solo la crescita. Sviluppo, sviluppo, sviluppo. Avevo capito che, se si fa una proposta seria di nuovi prodotti ai consumatori, chiara e senza retroscena, creativa, col giusto packaging, si vince. E lo penso ancora! Questa sensibilità aveva fatto di me il talento del marketing per cui ero conosciuto. Ma mi stava sfuggendo clamorosamente l’evoluzione tecnologica di nuova generazione.»

 

Giulio Malgara, imprenditore, manager e profeta del marketing di largo consumo in Italia è stato grande protagonista del suo boom negli anni Ottanta e Novanta. Grazie alla pubblicità, soprattutto televisiva, all’epoca le marche ci mettevano la faccia: facevano promesse di qualità e convenienza che poi dovevano mantenere. Ma l’avvento dei supermercati e, in seguito, del commercio elettronico e dei social media ha compromesso questo rapporto diretto con le persone. La pubblicità “benedetta” che Malgara ha sempre promosso e difeso, e che è stata decisiva per lo sviluppo economico italiano, puntava a sedurre i consumatori in modo trasparente e rispettoso, toccando le giuste corde emotive e intercettando le tendenze del momento. Basti pensare ai suoi cavalli di battaglia: Nino Castelnuovo che salta la staccionata e poi condisce i suoi piatti con l’Olio Cuore; la Levissima di Reinhold Messner; l’avventura di Ambrogio Fogar e del cane Armaduk al Polo Nord, sponsorizzata da Fido Cane. E tanti altri. Adesso invece imperversano gli “influencer”. A pagarne le conseguenze sono gli inserzionisti, oltre che i consumatori. Ma Malgara guarda al futuro con ottimismo, convinto che presto qualcosa cambierà, in meglio. Perché uno spot, ancora una volta, ci salverà.

 

GIULIO MALGARA, Cavaliere del Lavoro, è stato presidente dell’ UPA – Utenti Pubblicità Associati – dal 1984 al 2007. Nel 1984 ha fondato l’Auditel e ne è rimasto presidente fino al 2016. Negli anni Ottanta è stato tra i primi a concepire e utilizzare spot pubblicitari per lanciare prodotti di marca.

 

SERGIO LUCIANO, direttore responsabile di Economy e Investire, è stato direttore di Telelombardia e fondatore de ilnuovo.it. Insegna al Master in Media relations e comunicazione d’impresa dell’Università Cattolica di Milano e Comunicazione e nuovi media all’Universitas Mercatorum.

 

Uno spot ci salvera Piemme
 

Loading...
Commenti
    Tags:
    uno spot ci salveràgiulio malgarasergio luciano
    Loading...
    in evidenza
    Canalis, la lingerie è da infarto Eli sensualissima sul letto. Le foto

    Diletta, Belen e... Le foto delle vip

    Canalis, la lingerie è da infarto
    Eli sensualissima sul letto. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...

    Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Ford ST, il graffio di Ford arriva anche in Europa

    Nuova Ford ST, il graffio di Ford arriva anche in Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.