A- A+
Malattie rare
Sport e disabilità non hanno barriere

“Sport e disabilità”
Arsenio Veicsteinas, Presidente del Comitato Scientifico Culturale della
Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI)

In questi ultimi dieci anni la ricerca scientifica e la consuetudine hanno chiaramente
dimostrato che non esiste un limite alla attività fisica e allo sport per l’individuo
etichettato comunemente come “disabile” e che tale limite tra disabile e normodotato (o
“normale” secondo il linguaggio del quotidiano) diventa sempre più labile. 

Tutti, anche gli individui con difficoltà motorie, dal paraplegico in carrozzina all’amputato, all’infortunatoo semplicemente all’anziano; gli individui con problemi intellettivi o psichici, dal Downall’autistico; gli individui con patologie croniche di varia natura, in particolare con
ipertensione e diabete; gli individui con patologie tumorali o congenite, compresi i deficit
della coagulazione, tra cui l’emofilia, hanno tutti la necessità e, oggi, la possibilità, di
praticare attività motoria e sport per conseguire il pieno benessere psicofisico o per
migliorare il proprio livello di salute. E in questo senso la FMSI combatte con forza la
sedentarietà, nuova patologia del XXI secolo, che caratterizza la stragrande maggioranza
di tutta la popolazione sopra menzionata e il medico dello sport è il garante e il
sorvegliante, riconosciuto a livello europeo per la sua eccellenza, dell’idoneità alla pratica
sportiva agonistica e non.

Nella realtà, queste esigenze non sono sempre accompagnate dalla possibilità di essere
soddisfatte, sovrapponendosi limiti di varia natura: alcuni, dovuti al tipo di sport (da
contatto, eseguiti in ambienti straordinari, caratterizzati da carichi allenati molto intensi,
ecc.), altri, connessi alle specifiche caratteristiche delle diverse patologie (perdita di
coscienza, sanguinamento, ipoglicemia, crisi ipertensive, ecc.). Soltanto una azione
concertata tra tutti i numerosi attori del mondo dello sport, in particolare la stretta
collaborazione tra la FMSI, il medico dello sport e il medico specialista di settore, con
l’appoggio del legislatore e delle strutture sportive operanti sul territorio, potranno
estendere la partecipazione ad attività sportive oggi poco praticate.
 

Tags:
sport-disabilità-emofilia
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.