A- A+
Marketing
Anche la Barbie sta invecchiando. Vendite in calo: lascia il ceo di Mattel

Neanche il Natale è servito a ridare smalto all'immagine appannata della Barbie. La bambola più amata di sempre sta mostrando le prime rughe: durante le feste ha accusato un calo delle vendite del 6%. Un dato preoccupante, che allunga la serie nera: per il quinto trimestre consecutivo, la casa madre di Barbie (la Mattel) ha registrato un contrazione del fatturato. E così il ceo Bryan Stockton ha rassegnato le sue dimissioni. L'interim è stato assunto Christopher Sinclair, membro del consiglio di amministrazione e in passato già alla guida di un altro colosso come Pepsi. "Lavoreremo nei prossimi mesi - ha affermato in neo amministratore delegato - per rivitalizzare il business e identificare i punti forti sul quale Mattel dovrà puntare in futuro per crescere". Parole sinistre per Barbie. 

Il giro d'affari resta importante (2 miliardi di dollari) e il marchio è pur sempre il primo produttore di giocattoli al mondo. Ma il suo prodotto più famoso soffre la concorrenza delle più giovani, le app. Le cattive notizie non sono finite: Mattel ha perso il remunerativo contratto per il merchandising dell'eroina Disney Frozen, che sarà commercializzata da Hasbro. 

 

 

 

 

 

 

Tags:
mattelbarbiegiocattoli
in vetrina
Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

i più visti
motori
Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw

Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.