A- A+
MediaTech
Chiude la banca dei bitcoin: tutte le crepe della moneta virtuale

E' già finita la pacchia per i bitcoin? Il sito web MtGox, un tempo la maggiore piattaforma al mondo per lo scambio di bitcoin,conferma di "aver preso la decisione di chiudere tutte le transazioni al momento". A due settimane dal primo crash, MtGox è ancora offline. Gli utenti non riescono ad accedere ai loro portafogli virtuali (ma dal valore reale). Un semplice guasto tecnico o una falla che segnala una crepa nell'intero sistema?

I vertici di MtGox tranquillizzano: nessun bitcoin è andato perduto perché sono stati trasferiti su indirizzi esterni lo scorso 7 febbraio. Ma la società, con sede a Tokyo, non ha nascosto "problemi di sicurezza".

L'altra cersione, è ben più fosca. La piattaforma sarebbe insolvente nei confronti dei criptorisparmiatori perché avrebbe perso di vista 740 mila bitcoin (oltre 250 milioni di euro).  Il suo fondatore, Mark Karpeles, dopo giorni di irreperibilità, si è fatto vivo, annunciando che "non è chiaro cosa sia successo" e che "MtGox è a un punto di svolta". Anche se non si sa in quale direzione.

Le principali società concorrenti (Coinbase, Kraken, Bitstamp, Btc China, Blockchain e Circle) si sono affrettate a prendere le distanze. Ma il caso MtGox ridà fiato ai critici. La circolazione dei bitcoin non è come quella di un bonifico. Una volta "persa di vista", anche solo per un guasto tecnico, la moneta virtuale non può essere rintracciata. E addio portafoglio virtuale. 

L'incertezza causata da MtGox, unita agli attacchi hacker subiti dalla piattaforma Bitstamp, ha acuito una caratteristica che, a oggi, non ha mai abbandonato la moneta virtuale: la volatilità. E se il valore dei bitcoin scambiato su MtGox è precipitato  (è sceso dell'83,7%, da 828 a 135 dollari) oscilla anche il loro valore medio: lo scorso novembre ha toccato sfiorato i mille euro, oggi viaggia intorno ai 370.

Ma c'è di più: per la prima volta si intravedono gli effetti potenziali dell'assenza di regolazione centrale. Niente banche, nessun boad. Una caratteristiche che per i fan è un pregio. Ma che può trasformarsi in un difetto. Senza un'autorità centrale, non c'è possibilità di intervento in caso di instabilità, crisi, offensive informatiche. Il sistema tenderà ad adattarsi, ma con un orizzonte limitato, senza guardare agli effetti di medio-lungo periodo. 

twitter@paolofiore  

 

 

Tags:
bitcoinmoneta virtualecriptomoneta
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Mercedes AMG GT Coupe’4, sempre più ‘sartoriale’

Nuova Mercedes AMG GT Coupe’4, sempre più ‘sartoriale’


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.