A- A+
MediaTech
Cuffie come microfoni spia per le intercettazioni. Attacco hacker alla privacy

LE CUFFIE SONO MICROFONI PER LE INTERCETTAZIONI. NUOVO ATTACCO HACKER ALLA PRIVACY 

 

Le cuffie smartphone? Possono diventare dei microfoni spia. La rivelazione choc arriva da Israele e riguarda potenzialmente tutto il mondo. Già, se pensavate di poter stare tranquilli usando le cuffie del vostro smartphone per conversazioni e altro vi sbagliavate di grosso. Le cuffie smartphone possono essere facilmente trasformate in microfoni spia. Una verità segreta sulle cuffie smartphone che non può che mettere in allarme mezzo mondo.

 

LE CUFFIE SMARTPHONE DIVENTANO MICROFONI SPIA: ECCO COME E QUANDO 

 

Un gruppo di ricerca appartenente alla Ben Gurion University di Israele, ha realizzato un proof-of-concept denominato "SPEAKE(a)R", usando il quale è riuscito a dimostrare come un hacker possa facilmente trovare il modo di sfruttare un computer per catturare e registrare audio anche se i microfoni del dispositivo sono spenti o disattivati. Il malware sfrutta infatti i diffusori degli auricolari e delle cuffie per usarli come microfoni, convertendo le vibrazioni dell'aria in onde elettromagnetiche, in modo tale da catturare l'audio di un'intera stanza. E così le cuffie smartphone diventano microfoni spia.

 

Tags:
cuffie smartphonecuffie telefono microfoni spiacuffie smartphone verità segreta
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.