A- A+
MediaTech
Dividendi milionari per i Berlusconi, ecco quanto intascano da Mondadori

Berlusconi, ecco quanto intasca dai dividendi della Mondadori  

Durante l’assemblea degli azionisti del gruppo editoriale Mondadori, quotato su Euronext STAR Milan, è stato approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2022. Inoltre, è stata decisa la distribuzione di un dividendo unitario di 0,11 euro per ciascuna azione ordinaria in circolazione alla record date, al netto delle azioni proprie.

Il dividendo, che ammonta complessivamente a circa 28,7 milioni di euro, segna una crescita di quasi il 30% rispetto all’esercizio precedente. Il pagamento del dividendo è previsto per il 24 maggio 2023 (payment date), mentre lo stacco cedola n. 22 è fissato in data 22 maggio 2023 (ex date).

Nel dettaglio, come scrive Calcioefinanza, il capitale sociale di Mondadori è suddiviso in 261.458.340 azioni ordinarie, di cui Fininvest ne ha in mano 139.355.950 pari al 53,3% del capitale. Complessivamente, l’esborso per i dividendi sarà pari, come scritto prima, a circa 28,7 milioni di euro, di cui circa 15 milioni finiranno quindi nelle casse della holding di Silvio. 

Fininvest poi dovrà decidere se e in quale parte distribuire i dividendi derivanti dalla casa editrice milanese. Se dovesse decidere di distribuirli interamente, la maggior parte finirebbe a Silvio Berlusconi, che tramite quattro diverse holding controlla il 61% di Fininvest, con un potenziale incasso di circa 9 milioni di euro dei 58 di dividendi da Mondadori. 

A seguire la holding dei figli LuigiEleonora e Barbara Berlusconi (21% per circa 3 milioni) e le due holding di Marina e Pier Silvio (ciascuna con l’8% di Fininvest per 1 milione ciascuno).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
berlusconidividendimondadori





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.