A- A+
MediaTech
Il fondatore di Whatsapp ospite dell'Osservatorio giovani-editori

"La tecnologia favorisce la modernita' e tutti i governi, e non solo quelli democratici, dovrebbero abbracciare la tecnologia per migliorare la vita dei cittadini ovunque". Lo ha detto il Fondatore di WhatsApp Jan Koum, parlando a oltre 800 studenti delle scuole superiori italiane che partecipano al progetto “Il Quotidiano in Classe” dell'Osservatorio Permanente Giovani – Editori, che ha accettato l’invito di Andrea Ceccherini, Presidente dell’Osservatorio per tenere a battesimo la diciassettesima edizione dell’iniziativa, oggi a Firenze.

L’incontro, introdotto dal Presidente Ceccherini, è stato moderato da Luciano Fontana, Direttore Corriere della Sera e da Monica Maggioni Presidente della Rai.

"Quella di Jan Koum è una gran bella storia - ha affermato Ceccherini in apertura dell’incontro rivolgendosi agli studenti in sala - perché è la storia dell'ultimo che diventa il primo. E' una storia che infonde fiducia e coraggio, perché ti insegna che se vuoi, puoi. E se vuoi, puoi farcela anche tu. A patto che, da questa storia, tu tragga una lezione importante, che voglio riassumere in un motto: Insisti e resisti, raggiungi e conquisti. Forza ragazzi, dunque : il futuro è vostro, sappiate stringerlo in pugno, non perdetelo mai di mano, e date alla vostra vita l'indirizzo che vi consenta di essere voi stessi, cercando di far coincidere la vostra passione con la vostra professione‎. E vedrete che avrete la vittoria a portata di mano. Con questo spirito e sotto questo segno sono orgoglioso – ha concluso il presidente Ceccherini - di aprire la diciassettesima edizione del "Quotidiano in Classe". Un'edizione che si annuncia più eccitante che mai‎. Un'edizione che si apre sotto l'insegna di chi sa che "giovani ed educazione" rappresentano il binomio più potente per cambiare il mondo"

Un evento che si inserisce nell'ambito dei "Nuovi Incontri per il Futuro", il ciclo di grandi incontri dell'Osservatorio Permanente Giovani - Editori, che da tre anni riunisce e raccoglie i leaders del mondo digitale della Silicon Valley.

E così dopo il Presidente mondiale di Google Eric Schmidt e il Ceo di 21st Century Fox James Murdoch, è stato il fondatore di WhatsApp, nonché uno degli otto membri del Board of Directors di Facebook, a tag‎liare idealmente, insieme ad Andrea Ceccherini, il nastro della nuova edizione del progetto di media-literacy dell'Osservatorio Permanente Giovani - Editori, sostenuto in questa nuova edizione da una compagine più solida che mai : 17 testate giornalistiche, 25 fondazioni d'origine bancaria e ben 10 grandi aziende dotate di responsabilità sociale.

Un grande evento, che ha visto gli studenti a tu per tu, con l'ideatore della piattaforma‎ di messaggistica mobile che ha raggiunto nel 2016 un miliardo di utenti attivi, soprattutto tra i giovani, e che lo stesso Koum ha ceduto a Facebook per 19 miliardi di dollari.

Nel corso dell’incontro Koum è stato sollecitato da numerose domande dei giovani, sui temi più diversi. Alla fine, quello che ne è venuto fuori è stato un incontro vero, senza filtri, e molto partecipato.

Tags:
whatsapposservatorio giovani-editori
in evidenza
Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

Previsioni meteo

Hannibal e un maggio bollente
Temperature choc fino a 51 gradi

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
smart e ALD Automotive collaborano per creare una piattaforma e-commerce

smart e ALD Automotive collaborano per creare una piattaforma e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.