A- A+
MediaTech
The Telegraph molla il paywall e punta sui regali di Amazon

Il paywall non funziona. The Telegraph, uno dei primi giornali ad adottarlo (nel 2013) lo abbandona per una nuova formula di abbonamenti premium. Prezzo: 2 sterline a settimana per accedere ai contenuti online, che diventano 6 se si vuole anche usufruire della versione digitale. Imporre un limite alla lettura gratuita degli articoli (20 al mese) non rende.

Il lancio è accompagnata da una forte promozione, che attingono al mondo di Jeff Bezos (fondatore di Amazon e proprietario del Washington Post). Chi si abbona alla versione digitale premium, infatti, avrà 52 settimane di accesso gratuito ai contenuti della storia testata americana. Non solo: l'accordo con l'universo Amazon prevede un altro regalo, il Echo Dot, cioè l'assistente domestico della società di Seattle.

Chris Taylor, chief information officer di Telegraph Media Group, ha motivato la scelta con una “diversificazione”: “Cerchiamo di avere sufficienti abbonati ma anche al tempo stesso di imbastire un modello di business per il native advertising, l’ecommerce e contenuti sui viaggi”.   

Tags:
the telegraphamazonwashington post
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio

Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC: come ritrovare il gusto del viaggio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.