A- A+
MediaTech
"Tom e Jerry? Un cartone razzista". il politically correct estremo di Amazon

Avviso ai naviganti: Tom e Jerry sono razzisti. Sì, proprio loro, il gatto e il topo più famosi della storia dei cartoon. Lo sottolinea Amazon Prime Instant Video, preoccupato del politicamente corretto.

Il messaggio che accompagna la possibilità di acquistare le serie animate recita così: "Tom e Jerry potrebbe espriremere alcuni pregiudizi etnici e raziali che sono appartenuti in passato al senso comune della società americana. Ciò non toglie che siano sbagliati, ieri come oggi e che non rappresentano in alcun modo la visione  della Warner". 

Da quando Hanna e Barbera crearono il cartoon sono passati più di 70 anni. La società è cambiata. E alcuni osservatori, tra i quali un professore di sociologia inglese, Frank Furedi, hanno criticato l'avvertimento, definendo "insensato" ripercorrere e giudicare il passato secondo gli schemi odierni.

L'accusa di razzismo parte, ad esempio, dalla rappresentazione delle donne di colore solo in ruoli "di servizio", rimarcando in modo quasi caricaturale alcuni tratti fisici. Basta per definire Tom e Jerry razzista? Rivedendo film e cartoni del passatp, è difficile non trovare espressioni e rappresentazioni oggi ritenute quantomeno discutibili. Ad esempio (e qui c'è un'altra accusa mossa al gatto e al topo) le creature di Hanna e Barbera, in alcuni casi, fumano. Un comportamento che è già stato sbianchettato dalle passate versioni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tom e jerrycartoonwarner
in evidenza
"Un film che rimarrà nella storia" Ennio , intervista al produttore

Esclusiva/ Parla Gianni Russo

"Un film che rimarrà nella storia"
Ennio, intervista al produttore

i più visti
in vetrina
Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"


casa, immobiliare
motori
Mercedes e Luminar insieme per accelerare sulla guida autonoma

Mercedes e Luminar insieme per accelerare sulla guida autonoma


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.