A- A+
Medicina
Bere aceto di mele a digiuno fa male? Rischi per ossa, bocca, cuore e farmaci
Aceto di mele e miele

Bere aceto di mele a digiuno la mattina: i rischi che non si conoscono. Possibili danni a ossa, bocca, cuore e interazione con farmaci. ACETO DI MELE CONTROINDICAZIONI

L’aceto di mele rappresenta un rimedio naturale molto noto e diffuso. Berlo insieme all’acqua e magari ad un cucchiaino di miele apporta benefici alla salute, ma nasconde anche dei rischi. Per ottenere vantaggio bisogna consumarlo in quantità moderate, diluendolo con l’acqua per evitare danni a denti, gola e bocca.

Ecco le controindicazioni dell’aceto di mele e come berlo.

Bere aceto di mele a digiuno fa bene, ma attenzione alle controindicazioni

Se assunto in quantità eccessiva, l’aceto di mele può creare problemi alla nostra salute.

Tra le varie controindicazioni, gli esperti segnalano il rischio di riduzione della densità ossea. La bevanda potrebbe inoltre ridurre i livelli di potassio.

Questo rimedio naturale potrebbe creare interferenze con l’assunzione di alcuni farmaci. È infatti sconsigliato in caso di assunzione di farmaci per malattie cardiache e contro il diabete. Non sarebbe indicato nemmeno se si utilizzano diuretici e lassativi.

Bere aceto di mele diluito con acqua per non rovinare lo smalto dei denti

L’aceto di mele va bevuto con l’acqua. Se consumato puro potrebbe provocare danni alla bocca e alla gola, rovinando anche lo smalto dei denti.

Bere aceto di mele: i benefici del rimedio naturale

Se da una parte vi sono controindicazioni, dall’altra vi sono notevoli benefici.

L’aceto di mele ha un efficace effetto depurativo. Aiuta il corpo ad eliminare le tossine in eccesso e favorisce il drenaggio delle cellule adipose. Grazie a questa funzione, riduce i gonfiori e consente un miglioramento della circolazione. Svolge inoltre un’azione antiossidante e alcalinizzante.

Favorisce la digestione e grazie alle fibre in esso contenute apporta benefici alla salute intestinale, migliorandola. Questo alimento consente inoltre la regolazione del pH organico. Aumentando poi la produzione di saliva ed enzimi facilità ancora di più la digestione.

L’aceto di mele ha un potente effetto antinfiammatorio che consente anche di ridurre i radicali liberi. La sua azione favorisce inoltre un’attenuazione delle infezioni del cavo orale. Bere aceto di mele dona anche benefici al sistema immunitario. 

Secondo alcuni esperti farebbe anche dimagrire.

Aceto di mele: fa dimagrire davvero? Ecco la risposta della medicina

L’aceto di mele fa dimagrire davvero, come spiega la dottoressa Perfetto. L’effetto dimagrante è dovuto in particolar modo alla pectina, una fibra solubile rintracciabile in diversi tipi di frutta e verdura. La pectina intrappola gli zuccheri presenti nell’intestino e ne rallenta l’assorbimento. Favorisce inoltre un minor rilascio di insulina, aspetto fondamentale per chi desidera dimagrire. La demolizione dei grassi di deposito, ossia la lipolisi, è stimolata infatti da valori bassi di insulina. Valori alti invece agiscono in modo contrario, favorendo l’accumulo dei grassi di deposito, ossia la lipogenesi.

L’aceto di mele aiuta a dimagrire anche perché, per essere digerito, richiede una quantità di calorie superiore a quella che lo caratterizza e che viene dunque introdotta nell’organismo tramite la sua assunzione. Si tratta infatti di un alimento termogenico, in grado accelerare il metabolismo.

L’aceto di mele fa sentite inoltre sazi prima.

Come bere aceto di mele per ottenere i benefici

Molti siti consigliano di bere aceto di mele a digiuno la mattina per ottenere il massimo dei benefici. Tuttavia diversi esperti indicano di non berlo a stomaco vuoto e ne consigliano un uso moderato soprattutto a chi ha problemi cardiaci e cardiovascolari.

È possibile anche consumarlo prima dei pasti principali, diluito in un bicchiere di acqua. In questo modo faciliterà anche la digestione.

Una delle ricette più seguite per preparare la bevanda con aceto di mele è quella che prevede di diluire uno o due cucchiai di aceto di mele nell’acqua. Per rendere più dolce il sapore è possibile aggiungere un cucchiaino di miele.

Prima di assumere aceto di mele a digiuno è comunque opportuno chiedere consiglio al proprio medico di fiducia, soprattutto in presenza di patologie.

 

Commenti
    Tags:
    aceto di mele controindicazioniaceto di mele e mieleaceto di mele per dimagrireaceto di mele fa male alle ossaaceto di mele fa malebere aceto di meleaceto di mele a digiunobere aceto di mele a stomaco vuotoaceto di mele alla mattinaaceto di mele fa dimagrirerischi aceto di meleaceto di mele a digiuno per dimagrireaceto di mele a digiuno la mattina
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia


    casa, immobiliare
    motori
    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.