A- A+
Medicina
Coronavirus e lockdown: lontano da scuola, un adolescente su tre è depresso

Coronavirus e lockdown: i sintomi depressivi stanno colpendo un ragazzo su tre

Stare chiusi in casa 24 ore su 24 per 4 settimane di fila mette a dura prova la psiche degli adolescenti. A rilevarlo è uno studio dell'associazione di psicologi 'Donne e qualità della vita', guidata dalla dottoressa Serenella Salomoni, che ha raccolto le segnalazioni di oltre 600 ragazzi dai 12 ai 19 anni.

Sono in particolare le ragazze che manifestano sintomi depressivi nel 68% dei casi rispetto al 42% dei ragazzi. Più diffusa al Nord con il 44% dei casi, mentre al Sud si scende al 33%.

Come si manifesta la depressione? Si va dagli stati d'ansia per il 18% degli intervistati, addirittura attacchi di panico (16%), poi perdita di energie (14%), senso di fatica e spossatezza (13%), disturbi della concentrazione e della memoria (10%), agitazione motoria e nervosismo (8%), perdita o aumento di peso (7%), insonnia, ipersonnia o comunque disturbi del sonno (5%), dolori fisici (2%) e, nell'1% dei casi, regressioni comportamentali.  

Cosa manca di più ai ragazzi in questo periodo? A sorpresa la scuola è al primo posto (19%), seguita dalla possibilità di uscire (18%), incontrare gli amici (16%), vedere i propri nonni o parenti (14%), lo svago e i divertimenti (10%), l'esercizio fisico in libertà, specie all'aria aperta (7%), ballare (5%), andare al cinema (4%), andare allo stadio (3%) e trascorrere i weekend fuori porta (2%).

E come combattono la depressione? Molti, il 35% dei casi, si affidano ai social network e ai loro idoli del web come Favij o LaSabri della scuderia Web Stars Channel, che li intrattengono con contributi sì divertenti ma anche rassicuranti che, quasi giornalmente, raggiungono centinaia di migliaia di visualizzazioni. Altri, il 31%, seguono le loro serie tv preferite sulle piattaforme streaming come Netflix; poi c'è un buon 28% che non vede l'ora di svagarsi con alcuni dei dj set più in voga. Circa il 23%, naturalmente, si tiene aggiornato sulla scuola tra compiti, studi, ripassi e didattica a distanza; seguono i videogiochi, col 20% che passa buona parte della giornata insieme alla sua inseparabile console; il 19% si diletta in esercizi fisici e si tiene in allenamento, seguendo magari vari tutorial presenti sul web; non mancano infine i lettori di libri (15%), siano essi e-book o volumi cartacei veri e propri.

Commenti
    Tags:
    coronaviruslockdowndepressionepsicologi
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up

    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.