A- A+
Medicina
Diabete, la dieta dell'orologio può combatterlo: ecco quando e cosa mangiare

DIeta dell'orologio e diabete: per combattere i fattori di rischio e la glicemia alta può essere utile racchiudere tutti i pasti nell'arco di 10 ore. A dirlo uno studio che arriva dalla California - Salute e benessere

Il diabete è una malattia comune a 3,5 milioni di italiani, che sono costretti a seguire un regime alimentare molto rigoroso per gestire la glicemia alta. La dieta dell'orologio potrebbe essere una soluzione per prevenire la malattia riducendone i principali fattori di rischio. Questa è la conclusione a cui è arrivato uno studio realizzato dal Salk Institute di La Jolla, in California, e pubblicato su Cell Metabolism.

Dieta dell'orologio e diabete: tutti i pasti raccolti in 10 ore per perdere peso e combattere il diabete - Salute e benessere

La dieta dell'orologio mette in primo piano l'orario dei pasti prima della quantità di calorie assunte. Stando a questo regime alimentare la colazione, pranzo, cena e spuntini vari devono essere consumati  nell'arco di 10 euro per perdere peso velocemente. La colazione quindi deve essere ritardata a 2 ore dopo il risceglio. Per questo studio il team del dottor Satchidananda Panda ha selezionato 19 pazienti affetti da sindrome metabolica. Tale disturbo è caratterizzato da sovrappreso, pressione e colesterolo alti e elevata glicemia a digiuno. Si tratta di fattori che favoriscono l'insorgenza del diabete. Dopo tre mesi di dieta dell'orologio tutti i soggetti hanno perso veloce e in alcuni ridotto anche i fattori di rischio per il diabete. 

Dieta dell'orologio e diabete: un equilibrio nel ritmo cicardiano allontana il diabete - Salute e benessere

La dieta dell'orologio permette di stabilizzare i ritmi cicardiani, ovvero come l'organismo reagisce alle ore di luce e buio o sonno e veglia. Questo processo, spiega Francesco Purrello, presidente della Società Italiana di Diabetologia (Sid), ha un “ruolo determinante per il funzionamento di molti sistemi ormonali o nervosi”. Lo studio secondo l'esperto ha portato a risutati "molto interessanti" in quanto la dieta dell'orologio non influisce in modo significativo su cosa si ingerisce e sull'attività fisica che si svolge. I ricercatori intendono quindi realizzare un nuovo studio su 100 pazienti per cercare conferme.

“Adattarsi a mangiare soltanto per 10 ore al giorno è un metodo facile ed efficace per ridurre i sintomi della sindrome metabolica e migliorare la propria salute.  - spiega l'autore principale - Anche soltanto ritardando la malattia di un anno in un milione di persone in fase di pre-diabete si potrebbero risparmiare circa 9,6 miliardi in costi sanitari”.

Diabete, nuovo farmaco semaglutide arriva in Italia per migliorare la vita dei pazienti - Salute e benessere

I malati di diabete oggi comunque hanno un arma in più per combattere i sintomi della malattia. Da qualche giorno è sbarcato in Italia un nuovo farmaco chiamato semaglutide di Novo Nordisk che aiuta non solo a controllare la glicemia del sangue ma anche a ridurre la perdita di peso e il rischio di malattie cardiovascolari. Il medicinale è coperto dal Sistema Sanitario Nazionale.

Loading...
Commenti
    Tags:
    dieta dell’orologiodieta dell’orologio menù settimanaledieta dell’orologio come funzionadieta dell’orologio schemadieta dell’orologio quando mangiaredieta dell’orologio diabetediabetediabete causediabete sintomidiabete curediabete come mangiaresalute e benesserediabete di tipo 2
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ecco la nuovo Tipo Cross, l’auto per le famiglie non banali

    Ecco la nuovo Tipo Cross, l’auto per le famiglie non banali


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.