A- A+
Medicina
Dieta vegana addio: nel 2018 2 vegani su 3 sono tornati a carne, latte e uova

DIETA VEGANA ADDIO: 2 ITALIANI VEGANI SU 3 DICONO ADDIO ALLA DIETA VEGANA 

Due vegani su tre in Italia, nel 2018, hanno detto addio all'alimentazione 'cruelty free' e oltre un milione di cittadini é tornato a consumare carne, latte o uova tanto che quest'anno gli italiani che hanno scelto uno stile alimentare vegan rappresentano lo 0,9% del totale rispetto al 3% dello scorso anno. I dati sono stati resi noti da Coldiretti, in occasione della Giornata nazionale della bistecca, nell'ambito del Villaggio contadino promosso dall'organizzazione agricola, da oggi a domenica ai Giardini Reali di Torino.

Ad oggi, dunque, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Eurispes, sono circa 460mila gli italiani che seguono queste diete restrittive tra i quali a prevalere per oltre i 2/3 sono le donne (68%) ed i giovani, con la percentuale che sale al 2% tra quelli di età compresa tra i 18 e i 24 anni. Una scelta sul cui giudizio l'Italia, sempre secondo i dati, è divisa in due con il 49,4% che la ritiene radicale, fanatica e segnata dall'intolleranza mentre il resto pensa che sia una opzione rispettabile ed anche ammirevole.

"Le diete vegane escludono dall'alimentazione la carne di qualsiasi animale e tutti i prodotti di origine animale, dai formaggi alle uova, dal burro allo yogurt, dalla panna al gelato, dal latte al miele", ricorda Coldiretti che ha organizzato il bisteccaday con maxi grigliata, bracerie, forni, spiedi insieme ad allevatori, consumatori, cuochi, gourmet e rappresentanti del mondo scientifico per quella che ha chiamato 'la prima operazione verità sulla carne italiana ed i suoi primati'.  

DIETA VEGANA: NEL 2018 ADDIO DIETA 'ANIMAL FREE' PER 2 VEGANI SU 3 

"All'interno della dieta vegana basata su cereali, legumi, verdura e frutta - prosegue - sono nate correnti di 
pensiero alimentare ancora più estremiste come i fruttariani (che mangiano solo frutta caduta dagli alberi, ma escludono limoni, kiwi e ananas), i melariani (che si nutrono solo di mele), i fruttariani crudisti (che ingeriscono solo frutta non cotta e non condita)".

"A spingere le convinzioni alimentari sono però spesso - continua Coldiretti - le fake news che rimbalzano sui social dove non è difficile trovare che mangiare carne, latte o uova faccia sempre male o che chi è intollerante al lattosio non deve mangiare nessun formaggio. Invece non esiste alcun studio che provi che mangiare carne anche in giuste quantità sia dannoso per la salute mentre al contrario, i vantaggi di una dieta completa che la includa sono scientificamente indiscussi".

"Serve educazione e buon senso e soprattutto rispetto per tutti i diversi stili alimentari ai quali l'agricoltura italiana può offrire grandi opportunità di scelta grazie ai primati conquistati nella  qualità e nella biodiversità -osserva il presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo- proprio il rispetto dei principi della dieta mediterranea, infatti, ha garantito fino ad ora all'Italia una speranza di vita da record a livello mondiale di 82,8 anni, 85 per le donne e 80,6 per gli uomini".  
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
dieta vegana
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.