A- A+
Medicina
Monza, "Il Paese ritrovato": Alzheimer ko nel primo villaggio per malati
A Monza sorgerà "Il Paese ritrovato": l'innovativo centro di cura per l'Alzheimer

Alzheimer, la svolta. A Monza, "Il Paese ritrovato": è il primo villaggio per malati di Alzheimer 

Un nuovo villaggio per i soli malati di Alzheimer è questo il nuovo progetto che sorgerà a Monza su un'area di 14000 metri quadri in un villaggio già esistente. Il consiglio comunale ha dato l’ok per avviare la costruzione della innovativa struttura di accoglienza per i malati di Alzheimer e le loro famiglie che prenderà il nome di “Il Paese ritrovato”.

“Il Paese ritrovato”, il nuovo centro specializzato per la cura dell’Alzheimer, sarà gestito dalla cooperativa “La Meridiana” diretta da Roberto Mauri.

 


“Il Paese ritrovato” a Monza, la nuova struttura per curare l’Alzheimer: gli obiettivi

 


“Il Paese ritrovato” a Monza è stato progettato per supportare le famiglie dei malati di Alzheimer. La struttura sarà il primo centro urbano ideato appositamente per raccogliere in un’unica sede malati, familiari e personale medico, un nuovo modello dunque di casa di cura.


Mariella Zanetti, geriatra della cooperativa La Meridiana che gestirà “Il Paese ritrovato” di Monza, dichiara:


"Il Paese ritrovato sarà un luogo in cui le persone affette da varie forme di demenza e sindrome di Alzheimer, i familiari, gli operatori e i volontari saranno liberi di muoversi, curare la propria casa, riposare, fare la spesa o andare dal parrucchiere, proprio come accade per ciascuno di noi ogni giorno. Il tutto con una supervisione attenta e mai invadente".

 


Il Paese ritrovato a Monza, il nuovo centro per la cura dell’Alzheimer: un nuovo modello di casa di cura

 


Roberto Mauri, direttore della cooperativa La Meridiana spiega perché la necessità di creare un nuovo modello di casa di cura


Bisogna proporre modelli di cura in grado di migliorare la qualità della vita e al tempo stesso ridurre i costi per la comunità. Attualmente, il sistema di cura delle forme di demenza per gli anziani presenta un grande vuoto, perché si passa direttamente dal domicilio alla Rsa, la Residenza Sanitaria Anziani. Non ci sono soluzioni intermedie. La persona con demenza ha bisogno di muoversi liberamente, di dar sfogo alla propria energia fisica, che si traduce in un desiderio disperato di vivere la quotidianità e di lottare contro la malattia, che è principalmente mentale"

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alzheimer monza il paese ritrovato
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.