A- A+
Medicina
Terra dei Fuochi tumori infantili: aumentano i casi di cancro tra i bambini

Tumori infantili nella Terra dei Fuochi, i numeri della Campania crescono più veloci che in tutt'Europa. Il giallo dei numeri

 

Mentre il governatore della Campania De Luca presenta i dati sulla diffusione dei Tumori infantili nella Terra dei fuochi certificando che il trend di crescita è pari a quello di tutta Europa, un’altra indagine pubblicata l’11 maggio sull”International Journal of Environmental Research and Public Health restituisce dati diversi molto più inquietanti che dimostrano invece come i numeri di tumori infantili in Campania crescono più veloci che in tutta Europa.

 

Tumori infantili, la Campania in linea con il dato nazionale. "Niente effetto Terra dei fuochi"

 

Nei giorni scorsi il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha presentato i dati del Registro tumori regionale che parlano di 1.324 casi di tumore nella popolazione 0-20 anni dal 2008 al 2012, di cui 786 nei bambini e 538 negli adolescenti. Da sottolineare che non si rilevano differenze significative nella distribuzione territoriale per provincie e soprattutto, per quanto riguarda la mortalità, si nota che essa è in linea (in alcuni casi inferiore) con la media nazionale: 206 decessi tra 2008 e 2012, di cui 129 nella fascia fino a 14 anni (2,7 per 100mila abitanti per anno) e 77 dai 15 ai 19 anni (4,2 per 100mila per anno). Da questa indagine pare dunque che non vi sia alcun “effetto Terra dei fuochi” nell’incidenza dei tumori infantili, ma questi numeri vengono smentiti da un’altra ricerca a respiro europeo i numeri sono nettamente differenti.

 

Tumori infantili, i numeri della Campania crescono più veloci che in tutt'Europa

 

Nettamente discordanti coi i dati comunicati dal governatore De Luca sono i numeri sulla diffusione dei tumori infantili pubblicati in uno studio dell’11 maggio sull”International Journal of Environmental Research and Public Health. La ricerca è stata condotta sulla base dell’analisi delle Sdo, le schede di dimissione ospedaliera ed è frutto del lavoro ‘Epikit’ (Epidemiologia del cancro in Italia), nato nell’ambito del progetto ‘Coheirs’ sotto l’egida del programma ‘Europa per i cittadini’.

Prisco Piscitelli, ricercatore dell’Istituto scientifico biomedico euro mediterraneo (Isbem), riferisce all’AdnKronos Salute:

“Nel periodo 2007-2011 i casi di tumori fra i campani da 0 a 19 anni risultano 3.465“. 

Oltre 2 mila casi di tumori infantil in più.  La discrepanza fra i numeri deriva dal fatto che “il nostro studio – precisa Piscitelli – ha analizzato una fonte di dati, le Sdo, diversa dai Registri tumori” che secondo gli autori offrono una fotografia incompleta. Ad ogni modo, siano i casi 1.324 o 3.465, “sono sempre troppi”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
terra dei fuochitumori infantilitumori infantili terra dei fuochi
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.