A- A+
Milano
A Cantù paziente non si fa "toccare da un medico nero" e lui posta lo sfogo
Andi Nganso

A Cantù paziente non si fa "toccare da un medico nero" e lui posta lo sfogo

Andi Nganso, 30 anni, è un medico che si è fatto le ossa lavorando per la Croce Rossa in diversi centri di accoglienza per migranti. Ma su Fb denuncia un grave episodio, segnalando che una paziente si è rifiutata di farsi visitare da lui perchè aveva la pelle nera. 

Una foto con il viso scurito e la frase: "Vi comunico che sono un medico nero". Così Silvestro Scotti, leader dei medici di famiglia della Fimmg e presidente dell'Ordine dei medici di Napoli, manifesta il suo sdegno contro l'episodio di razzismo avvenuto a Cantù, dove una donna ha rifiutato le cure di un dottore di guardia medica perché nero. 

"Credo che l'episodio di Cantù sul rifiuto di una paziente di farsi visitare da un collega di colore - scrive Scotti sulla sua pagina Fb - descriva pienamente il degrado culturale di questo Paese. Non è solo una questione di razzismo, ma a mio avviso una evidente perdita dei valori fondamentali di riconoscimento di un ruolo professionale, sociale, umano e scientifico di un essere umano che si mette al servizio per la cura di un fragile o di una fragilità, senza né dover né poter essere nemmeno lontanamente condizionato dalla sua o altrui razza, genere, orientamento sessuale, politico, religioso e chi più ne ha più ne metta". "Io sono un medico non mi ricordo di che razza, non mi ricordo di che genere, non ricordo niente delle mie appartenenze di qualunque genere Sono un medico - sottolinea - e se serve a far capire allora oggi #sonounmediconero, domani sarò forse giallo o rosso. Non mi interessa e credo che nessuno dei miei pazienti lo debba considerare, perché io se sono un medico non lo considero mai".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cantùmediconerorazzismoospedale






A2A
A2A
i blog di affari
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.