A- A+
Milano
A Milano la prima "rage room": entri dentro e spacchi tutto. VIDEO

A Milano la prima "rage room": entri dentro e spacchi tutto

Apre a Legnano, nel Milanese, la prima "rage room" d'Italia: uno spazio in cui distruggere di tutto per sfogarsi. All'interno dello spazio realizzato da Anger Games in via Faravelli è possibile trovare piatti, bicchieri, mobili, vecchi televisori. E ancora bottiglie di vetro, vasi, stampanti, lettori dvd. Ad ogni partecipante è fornito un set di strumenti di distruzione con cui dare libero sfogo alla propria rabbia per quindici minuti. Ci sono tre "livelli" disponibili: basic - venti oggetti, un vaso e un elettrodomestico da rompere con un piede di porco -, premium - trenta oggetti - e deluxe, che "regala" quaranta oggetti. E' possibile scegliere "armi" aggiuntive, dalla mazza da baseball al tondino di ferro passando per un ferro da golf e un badile in alluminio.

Tags:
milano rage roomlegnano rage roomrage room italia






A2A
A2A
i blog di affari
Morisi, la Bestia e la gogna. "È la stampa bellezza..." ma coi social peggio
L'opinione di Maurizio De Caro
Green Pass, Schilirò sarà ricordata nella lista di donne e uomini liberi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Effetto pandemia: il preoccupante fenomeno dell'abbandono scolastico
Massimo De Donno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.