A- A+
Aler risponde, filo diretto con il presidente Angelo Sala

di Angelo Sala, presidente Aler Milano

È aperto il nuovo bando per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica, fino al 2 dicembre i cittadini di Milano possono presentare la propria domanda. 

Sono diverse le novità che derivano dall’applicazione, per la prima volta dopo la fase di sperimentazione, della nuova legge regionale.

Innanzitutto, la domanda sarà presentabile esclusivamente attraverso la piattaforma informatica regionale raggiungibile dal sito www.serviziabitativi.servizirl.it. Una volta terminata la procedura di registrazione e l’inserimento di tutti i necessari dati anagrafici, il cittadino potrà prendere visione di tutte le unità abitative disponibili adeguate alle caratteristiche del proprio nucleo familiare. Potrà quindi consultare tutte le informazioni necessarie alla scelta dell'alloggio: dalla superficie utile residenziale, alla tipologia di riscaldamento, l’ubicazione dell’alloggio, fino alla stima delle spese per i servizi e il numero delle richieste già pervenute. In questo modo sarà il cittadino stesso ad individuare in prima battuta la tipologia di sistemazione più adatta alle proprie necessità, candidandosi fino ad un massimo di 5 unità abitative, coerentemente alla composizione del proprio nucleo familiare. 

 

BANNER
 

Niente paura per chi non è ancora pratico nell’utilizzo del computer o non possiede una connessione internet.  In tutte le sedi territoriali sono attive delle postazioni telematiche, che prevedono la presenza di personale dedicato, per informare ed assistere il richiedente nella compilazione e nella trasmissione informatica della domanda.

Sono 457 alloggi disponibili sulla piattaforma, 240 di proprietà di Aler di cui 40 in condizione di 'stato di fatto' (alloggi da ristrutturare, le cui spese di sistemazione vengono sostenute dall’inquilino a fronte dello scomputo delle cifre dal canone di affitto).

Il nuovo bando tutela le famiglie più in difficoltà e nel contempo supporta anche tutte le altre fasce di popolazione che finora difficilmente accedevano alla casa pubblica, come ad esempio gli anziani soli e le giovani coppie. Infatti, come prevede la normativa, al fine di assicurare l’integrazione sociale, sono incluse differenti tipologie di nuclei familiari: anziani, famiglie di nuova formazione, nuclei monoparentali, disabili e Forze dell’Ordine. Naturalmente, una quota degli alloggi è dedicata alle famiglie in condizioni di indigenza attestata dai servizi sociali. 

Una volta chiuso il bando, saranno generati elenchi provvisori distinti per proprietà. A fronte delle verifiche sulla documentazione dei richiedenti, saranno redatte le graduatorie definitive, in base al bisogno abitativo e in considerazione delle preferenze espresse dai nuclei richiedenti. 

Sono molte le novità introdotte, così come le attese. Da parte di Aler, sarà costante il supporto e l’accompagnamento ai cittadini che fino al 2 dicembre potranno presentare la loro domanda.

Commenti
    Tags:
    alerbando casaangelo sala
    Regione Lombardia Video News
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    "Voglio divorziare: come evitare di mantenere a vita mia moglie?"
    Andrea Gazzotti*
    Covid-19? Realizza tutti i sogni del blocco dominante. Ecco quali...
    Di Diego Fusaro
    VERSO IL XXXVIII CONVEGNO DI PONTIGNANO
    Bepi Pezzulli


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.