A- A+
Milano
Assessore pusher leghista patteggia due anni

Due anni di reclusione e 4mila euro di ammenda: questo quanto patteggiato da Antonio Iannone, 47enne assessore leghista di Pieve Fassiraga, nel Lodigiano, arrestato lo scorso 25 marzo dai carabinieri con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di 250 grammi di hashish. La droga era stata trovata dai carabinieri durante un blitz organizzato a seguito di una soffiata: in casa c'era solo la figlia di 20 anni ma l'uomo, allerato, una volta giunto sul posto non ha esitato a mostrare ai militari dove nascondeva la sostanza stupefacente.

Tags:
antonio iannonedrogaspaccio







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.