A- A+
Milano
Beppe Grillo all'assemblea Ferrovie nord: "Nessuna buonuscita ad Achille"

Beppe Grillo presente all'assemblea degli azionisti di Ferrovie Nord Milano, convocata per il rinnovo dei vertici. La presenza del Movimento 5 stelle era stata annunciata gia' la settimana scorsa quando era esploso lo scandalo che ha portato alle dimissioni anticipate del presidente, Norberto Achille, accusato di peculato e truffa dalla Procura di Milano (la sua carica e' occupata ad interim dal vice Luigi Cardinetti). L'assise, convocata nella sede della societa' in piazza Cadorna a Milano, deve nominare i nuovi vertici. Per la carica di presidente la Regione Lombardia - socio di maggioranza della societa' partecipata anche da Ferrovie dello Stato - ha indicato il leghista Andrea Gibelli. Il consigliere pentastellato, Stefano Buffagni, ha riferito ai giornalisti di aver acquistato una decina di azioni di Fnm.

Le Ferrovie Nord Milano devono costituirsi "contro chi ha gestito la societa' in maniera impropria. Ci sono i presupposti per chiedere l'azione di responsabilita' contro il management, chi ha sbagliato deve essere allontanato per sempre". Questo il pensiero di Grillo, intervenuto in assemblea. Grillo ha puntato il dito sia contro il management, sia contro chi aveva funzioni di controllo: "cosa ha fatto il collegio sindacale in questi anni? Chi doveva controllare guardava da un'altra parte". Grillo ha anche chiesto che non venga pagata alcuna buonuscita "a chi ha sottratto finanze alla società".

Le Ferrovie Nord Milano sono una societa' "sana e solida" al di la' "dei vertici e di quanto emerge dalla stampa, che danneggia l'immagine". Lo ha affermato il vice presidente delle Fnm, Luigi Cardinetti, durante l'assemblea della societa'. Cardinetti e' presidente ad interim dopo le dimissioni di Norberto Achille in seguito all'inchiesta della magistratura sulle spese fuori controllo per scopi privati.

L'ASSEMBLEA: "NO AD AZIONE DI RESPONSABILITA' CONTRO ACHILLE"/ L'assemblea delle Fnm ha bocciato l'azione di responsabilita' contro il management proposta in mattinata da Beppe Grillo. La proposta era stata avanzata durante l'intervento del leader del Movimento 5 Stelle, che poi aveva abbandonato l'assemblea. Il vicepresidente Luigi Cardinetti ha precisato comunque che sia la Regione Lombardia, azionista di maggioranza di Fnm, sia la stessa societa' sono gia' state dichiarate parte offesa dal pm, in relazione all'indagine sulle spese non autorizzate da parte dell'ex presidente, Norberto Achille. "La bocciatura della proposta del M5s di un'azione di responsabilita' nei confronti del management di Fnm dimostra che la Regione solo a parole vuole tutelare gli interessi dei cittadini ma nei fatti lascia campo libero a chi ha fatto incetta di denaro pubblico", ha commentato il consigliere pentastellato Stefano Buffagni, in una nota.

ELIA (FS): "AZIONE CONTRO IL MANAGEMENT? VALUTEREMO"/ L'ad di Ferrovie dello Stato, Michele Elia, non prende tuttavia posizione al momento sull'ipotesi di un'azione di responsabilita' contro l'ex presidente di Ferrovie Nord Milano, Norberto Achille,  Elia ha spiegato che l'iniziativa sara' valutata al termine di tutto il percorso avviato per accertare la vicenda. "Valuteremo insieme agli altri soci - ha detto Elia -, aspettiamo i risultati dell'auditing interno e di tutte le attivita' poste in essere. I provvedimenti che dovevano essere messi adottati sono stati adottati, non giudichiamo prima che si completi tutto". A chi gli faceva notare che l'assemblea in corso ha votato contro l'azione di responsabilita', Elia ha risposto: "Prendiamo atto, poi si vedra'".

GARAVAGLIA: "REGIONE CHIEDERA' I DANNI"/ Regione Lombardia chiederà i danni per la vicenda delle Ferrovie Nord. "Fnm è un'azienda sana, solida, ha dei buoni risultati, investe molto nei nuovi treni. Peccato per le ultime notizie che ne offuscano l'immagine. Per questo motivo, a Regione Lombardia, che è il principale socio e quindi anche il principale danneggiato da comportamenti non corretti, si ostituisce da subito parte offesa nelle azioni giudiziarie che seguiranno” ha fatto sapere l'assessore all'Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia, partecipando in rappresentanza della Regione Lombardia, all'assemblea di Ferrovie Nord Milano Spa.

NOMINATO IL NUOVO CDA/ L'assemblea delle Ferrovie Nord ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione della societa', composto da cinque membri contro i sette precedenti. Come già annunciato, il nuovo presidente e' Andrea Gibelli, attuale segretario generale della Regione Lombardia, la stessa Regione ha indicato inoltre Fabrizio Garavaglia, Gianantonio Battista Arnoldi ed Elinora Pisanti, mentre le Ferrovie dello Stato hanno indicato come proprio rappresentante Vincenzo Soprano, a.d. Trenitalia e presidente di Trenord.

GLI AUGURI DELL'ASSESSORE SORTE/ Nell’augurare buon lavoro al nuovo Cda di Ferrovie Nord Milano, l’assessore a Mobilità e Infrastrutture della Regione, Alessandro Sorte, ha detto: “Il profondo cambiamento operato nei vertici della holding dei trasporti ci fa ben sperare per ciò che riguarda il futuro del trasporto ferroviario in Lombardia. Il percorso che abbiamo iniziato col piano di emergenza, per assicurare maggiore puntualità, con Trenord, avrà sicuramente una nuova spinta da Fnm, grazie anche all’impegno quotidiano dell’azionista di maggioranza che, proprio sul sistema ferroviario, gioca la sua sfida. Anche oggi, col ministro Delrio, abbiamo insistito perché il Governo si faccia parte diligente in un’azione forte di investimenti sul ferro. A settembre, ci ha assicurato Delrio, faremo il punto sugli impegni assunti dall’esecutivo”.

Tags:
beppe grillomovimento 5 stelleferrovie nordfnm







A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass: l'umanità ha disperato bisogno di uomini come Fabrizio Masucci
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.