A- A+
Milano

di Emanuele Fiano

Matteo, Salvini intendo, leggo oggi che hai cambiato idea e non vuoi più candidarti a sindaco di Milano. Dici perché vuoi diventare l'anti Renzi. Ma secondo me forse solo perché hai paura di affrontare una campagna difficile. Una campagna che potrebbe dimostrare definitivamente la differenza tra strillare e proporre, tra mettere paura e trovare soluzioni per farla passare, tra fare opposizione e guidare una comunità. La differenza tra te e chi, come Pisapia, preferisce risolvere i problemi della gente anziché impegnarsi a farli crescere. Del resto e' quello che hai dimostrato quando sei stato consigliere comunale e adesso che sei in un parlamento europeo che raramente ha la fortuna di vederti presente. Certo fare il sindaco di Milano si può solo se ami la nostra città e ti assumi la responsabilità di aiutarla a risolvere i problemi e creare opportunità. Non se la usi come una delle tante felpe per andare in tv. O come sfondo per una delle tue inutili ruspe. A Milano la differenza tra il dire e il fare la riconoscono bene, e questo, evidentemente, non ti farebbe affrontare tranquillamente una campagna elettorale difficile e decisiva come quella per Milano.

Tags:
salvinifianomatteo salviniemanuele fiano







A2A
A2A
i blog di affari
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.