A- A+
Milano
Case popolari, assegnazioni in deroga stop. Benelli: "Numeri spaventosi"
daniela benelli, sel

Il Comune di Milano ha sospeso le assegnazioni in deroga delle case popolari alle famiglie sfrattate e in condizioni di disagio sociale. A renderlo noto l'assessore alla Casa, Daniela Benelli, che ha parlato di una scelta alla quale l'Amministrazione sarebbe stata "costretta" a causa di numeri definiti "spaventosi". Sono, infatti, 3mila le domande presentate agli sportelli e 440 quelle gia' approvate dalla commissione: cifre insostenibili a fronte del limite del 25% imposto dalla Regione, che ha negato nel 2014 l'innalzamento al 50% - si tratta della percentuale degli alloggi disponibili assegnabile in situazione di emergenza al di fuori delle graduatorie ordinarie - chiesto dal Comune di Milano. Stando alle stime di Palazzo Marino, che e' in attesa di analogo pronunciamento da parte della Regione per il 2015, il limite del 25% non consente di assegnare la casa entro l'anno alla meta' degli aventi diritto. "La situazione e' drammatica - ha detto Benelli - lo denunciamo da mesi. Ma Regione Lombardia non capisce l'emergenza e continua a ignorare la nostra richiesta, reiterata anche quest'anno dopo il diniego del luglio scorso. Una decisione irresponsabile e immotivata in un momento di grave emergenza abitativa che oggi ci costringe a bloccare i lavori della Commissione. Abbiamo migliaia di domande presentate, centinaia di richieste gia' valutate positivamente, ma poche possibilita' di assegnare alloggi a queste famiglie. Se la situazione non cambia, e' del tutto inutile generare speranze e aspettative.

Tags:
case popolarierpdaniela benellisfrattidisagio sociale






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.